Graminaceae

Canna di bambù

Bambusa vulgaris

Canna di bambù

Bambusa vulgaris

Nome volgare di circa 20-25 generi di graminaceae legnose appartenenti alla tribù delle bambuseae (Arundinaria, Bambusa, Sasa e Phyllostachys). Sono note oltre duecento specie tropicali e subtropicali di Bambù, circa centosessanta asiatiche, una sessantina americane e cinque africane; alcune si trovano al livello del mare, altre fino a 3.000 m sulle pendici dell'Himalaya o, fino a 5.000 m, sulle vette delle Ande. A seconda dei generi vengono impiegate nell'alimentazione umana (se ne utilizzano i germogli), per le costruzioni edilizie, per la costruzione di oggetti esotici e di mobili.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

eretta

Mite.

Perenne.

grande

Sono specie tropicali e subtropicali (Asiatiche, Americane e Africane) e crescono dal livello del mare fino alle più alte cime delle Ande.

esposizione


Il Bambù si adatta a vegetare in qualunque posizione, in pieno sole, a mezz'ombra o in ombra totale.

fioritura


La fioritura non è stagionale, ma avviene per ogni singola specie, a intervalli lunghissimi, 10-20-30-40....fino a 110 anni, dopodichè la pianta muore. Il fiore consiste di spighette uni o pluriflore, che possono costituire infiorescenze a pannocchia, a racemi o a grappolo.

medicina


Del Bambusa vulgaris vengono utilizzati i suoi contenuti, nell'industria cosmetica, per la fabbricazione di creme e lozioni. La sua linfa contiene infatti amminoacidi, vitamine e numerosi sali minerali tra i quali il Silicio. Per le sue caratteristiche è pertanto usato come emolliente, rinfrescante e tonificante della pelle, inoltre migliora la resistenza dei capelli e svolge un'azione protettiva nei confronti degli agenti esterni.

storia


La voce Bambù proviene dalla Malesia, dove con questo termine si indicano la maggior parte delle specie.

concimazione


Dalla primavera e per tutta l'estate concimare una volta al mese con un fertilizzante liquido bilanciato, da diluire nell'acqua di irrigazione. Per i rimanenti periodi le concimazioni devono essere interrotte.

irrigazione


Dalla primavera e per tutta l'estate il Bambù va annaffiato abbondantemente, senza provocare ristagni idrici nel sottovaso. A partire dall'autunno, bisogna diradare le irrigazioni ed effettuarle soltanto quanto basta a non fare seccare il terreno. E' importante assicurare un ottimo grado di umidità dell'ambiente che lo circonda. Occorre pertanto nebulizzare frequentemente le foglie, disporre la pianta su un sottovaso pieno di ciottoli, riempirlo d'acqua facendo attenzione che il fondo del vaso non sia immerso nell'acqua, perchè si potrebbe causare marcescenza radicale. Questo sistema fa in modo che, col caldo si crei evaporazione di acqua dal sottovaso e assicuri un buon grado di umidità nell'aria circostante. Quando l'acqua è evaporata, riempire un'altra volta.

potatura


La potatura va effettuata quando i nuovi germogli hanno terminato la loro crescita e quando iniziano a svilupparsi le nuove foglie. E' probabile che debba essere fatta in più riprese in quanto non tutti i germogli crescono contemporaneamente per cui, man mano che si presentano, si provvede al taglio.

malattie


Non è soggetto a malattie.

segnalazioni


particolarità


La fioritura è molto rara ed è spiegata come un modo per evitare che i semi siano divorati da predatori o parassiti; nessuna specie animale infatti può contare su un cibo che sia disponibile una volta ogni cinquant'anni.

temperatura


Predilige temperature alte e umide. Può sopportare inverni rigidi se protetta nelle radici da paglia o foglie secche.

rinvaso


Se coltivato in vaso, si travasa ad aprile-maggio, ogni 1-2 anni.

substrato


Il substrato è costituito da 5 parti di torba e fibre, 2 parti di terriccio, 1 parte di sabbia grossolana e 2 parti di corteccia di pino.

propagazione


La propagazione avviene per divisione dei rizomi o per seme.

clima


Mite.

durata


Perenne.

origine


Sono specie tropicali e subtropicali (Asiatiche, Americane e Africane) e crescono dal livello del mare fino alle più alte cime delle Ande.
lucky bamboo
Dracaena sanderiana
bambù
Phyllostachys
Dichondra repens
Dichondra repens
camelia
Camellia