Umbelliferae - A.L. de Jussieu

Laserpizio, Laserpizio sermontano e Laserpizio del Meridione

Laserpitium siler L.

Laserpizio, Laserpizio sermontano e Laserpizio del Meridione

Laserpitium siler L.

Genere di piante erbacee di aspetto assai vario a seconda dell'habitat, se ne conoscono una trentina di specie, alcune delle quali prediligono i terreni rocciosi mentre altre i prati umidi. Presenta numerosi fusti eretti, sottilmente striati e poco ramificati con 2 cm circa di diametro, il tutto generato da un rizoma ingrossato, attorniato da fibre; le foglie basali, di colore verde-ceruleo, raggiungono dimensioni di 1 m e sono inserite in un lungo picciolo, a sezione triangolare, inguainato nel fusto.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

erbacea

Mediterraneo.

Bienne o perenne.

piccola

Si trovano spontanee in un vasto areale che va dalle isole atlantiche, attraverso l'Europa fino alla Siberia.

esposizione


Pendii aridi rupestri, prati aridi montani, siti a mezz'ombra o a pieno sole.

fioritura


Nel periodo che va da maggio ad agosto presenta un'infiorescenza ad ombrella con 20-30 raggi e numerose brattee evidenti, ovato-lineari, e bratteole simili; i fiori hanno il calice con denti ovati e corolla con 5 petali bianchi o gialli (con frequenti sfumature rosse), 5 stami e 2 carpelli in un ovario inferiore. L'impollinazione è affidata agli insetti. I frutti sono schizocarpi diacheni oblunghi, e sono composti da 2 mericarpi alati che a maturità si disgiungono.

storia


Il genere prende il nome dal latino laser = latte, lattice e silphicium = silphium (nome greco della pianta), siler è il nome latino di identificazione della specie.

concimazione


Non necessaria.

irrigazione


Non necessaria, bastano le precipitazioni annuali per farla vegetare bene.

temperatura


Sopporta temperature basse fino a 5 °C.

substrato


Non predilige terreni particolari, vegeta su terreni rocciosi e prati umidi, su incolti, su bordi stradali, prati aridi, lungo i sentieri, nei pascoli e nei fossi.

propagazione


La propagazione avviene per opera del vento, che ne spande i semi.

clima


Mediterraneo.

segnalazioni


durata


Bienne o perenne.

origine


Si trovano spontanee in un vasto areale che va dalle isole atlantiche, attraverso l'Europa fino alla Siberia.