Aceraceae

Acero riccio

Acer platanoides L.

Acero riccio

Acer platanoides L.

Albero con fogliame deciduo, con chioma fitta, globosa, di colore verde vivo; tronco eretto, ramificato, con corteccia grigia, liscia o reticolata. Le foglie hanno la lamina palmata e lobata, con denti molto appuntiti e il picciolo è lungo quanto la lamina. I frutti sono delle disamare giallo-brunastre, con ali divergenti, lunghe circa 5 cm.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

albero

Mite.

Perenne.

grande

Tutta l'Europa e l'Asia meridionale. E' pianta spontanea nelle regioni centrosettentrionali, anche se è molto rara.

esposizione


L'esposizione è in pieno sole.

fioritura


Fiorisce in aprile-maggio, prima della fogliazione, con infiorescenze in corimbi eretti di fiori gialli.

concimazione


Non necessaria.

irrigazione


Non necessaria se in piena terra, in vaso annaffiare con parsimonia nella stagione vegetativa e sospendere nei rimanenti periodi.

particolarità


L'Acero riccio si riconosce facilmente dai fiori eretti, dalle foglie con denti dei lobi appuntiti e dalle samare divergenti.

substrato


Terriccio di bosco collinare o montano, fino a 1.300 m, specialmente in faggete.

clima


Mite.

durata


Perenne.

origine


Tutta l'Europa e l'Asia meridionale. E' pianta spontanea nelle regioni centrosettentrionali, anche se è molto rara.
cedro del libano
Cedrus libani
ippocastano
Aesculus hippocastanum L.
Acer palmatum 'dissectum granato'
Acer palmatum 'dissectum granato'
Acero giapponese
Acer japonicum
tuia occidentale
thuya occidentalis
Aesculus
Aesculus
Lagerstroemia
Lagerstroemia indica
verbena bonariensis
Verbena bonariensis
maggiorana
Origanum majorana
Trichocereus pasacana
Echinopsis pasacana