Agavaceae

albero della felicita'

Dracaena

albero della felicita'

Dracaena

Presenta foglie lanceolate verdi, molto coriacee, con un accrescimento a ciuffi, che conferiscono alla pianta forma e portamento di una palma. Crescono su germogli posti direttamente sul fusto, che, nella pianta adulta, è legnoso, simile ad un tronco da cui il nome a loro attribuito. I fiori possiedono un perigonio di 6 tepali disposti in 2 verticilli trimeri, un androceo di altrettanti stami e un ovario supero formato da 3 carpelli saldati. La fioritura è abbondante, ma i fiori non sono molto visibili, e sono abbastanza insignificanti. Dopo la fioritura vengono prodotte numerose bacche

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

------ verde ------

eretta

Tropicale

Perenne

grande

America centrale e Indie Occidentali

esposizione


La pianta non soffre l'esposizione al sole, anche se predilige un' esposizione semi ombreggiata. Nelle zone più miti può essere piantata in giardino, in un posto molto riparato dai venti e dal gelo. Nel periodo estivo, se la pianta è in vaso, è opportuno collocarla all'esterno, possibilmente in posizione non troppo soleggiata

fioritura


Maggio e giugno

medicina


E' particolarmente efficace nella rimozione dall'atmosfera di tossine come quelle prodotte dalla formaldeide

letteratura


Dracaena deriva dal greco drakaina che significa drago, dall'albero del drago (Dracena draco)

concimazione


Si consiglia di utilizzare concimi ternari, con aggiunta di ferro per ottenere un fogliame sano e lucente. Durante il periodo primaverile ed estivo concimare due volte al mese. Sospendere le concimazioni durante il periodo invernale

irrigazione


Durante il periodo primaverile ed estivo devono essere annaffiate abbondantemente, avendo cura di nebulizzare periodicamente le foglie. Nel periodo invernale le annaffiature dovranno essere ridotte di molto. In ogni caso è sconsigliabile lasciare acqua nel sottovaso: queste piante, infatti, non sopportano il ristagno idrico

potatura


Di solito non si praticano potature ai tronchetti, basta mantenere pulito

malattie


I parassiti che attaccano più frequentemente queste piante sono le cocciniglie, che formano squame tonde, bianche e grigie sulle foglie e sui fusti. Per curare la cocciniglia si dovrà irrorare abbondantemente la pianta con dell'olio bianco miscelato con un antiparassitario specifico. Quanto alle malattie, le dracene soffrono molto il marciume radicale che attacca il tronco rendendolo molliccio. Può essere colpito anche l'apparato aereo (si formano delle macchie a forma irregolare di colore marrone giallastro e, sulla pagina inferiore della foglia, si creano piccoli puntini color ruggine). Utilizzare un fungicida specifico

particolarità


La polvere fa "intristire" le foglie perchè impedisce la fotosintesi e la traspirazione. Spruzzare un lucidante fogliare dopo aver tolto la polvere dalle foglie e lucidarle con un panno morbido

segnalazioni


temperatura


La dracena non deve mai essere posizionata in luoghi in cui la temperature possa scendere sotto i sette-otto gradi

rinvaso


Quando necessario, in primavera, in vaso di pochi centimetri più grande rispetto al precedente

substrato


Il terriccio dovrà essere molto torbido con l'aggiunta di pietra pomice per aumentarne il drenaggio

propagazione


Principalmente tramite talea apicale che si ottiene facilmente dalle piantine che spuntano alla base della pianta madre

clima


Tropicale

durata


Perenne

origine


America centrale e Indie Occidentali

Warning: getimagesize(dbimg/dracaena-2816-forum_1396443127.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /var/www/leserre2018/functions2018.html on line 84
Dracaena
Dracaena fragrans
abete bianco
Abies alba
acero argenteo
acer saccharinum
edera
Hedera helix
fior di loto
Nelumbo
dracena compacta
Dracaena
Albero dei fazzoletti
Davidia
Spatiphyllum
Spathiphyllum
sofora
sophora japonica
Mirtillo blu
Vaccinium uliginosum