Cephalotaxaceae

Cephalotaxus harringtonia

Cephalotaxus harringtonia

Cephalotaxus harringtonia

Cephalotaxus harringtonia

Pianta conifera a crescita lenta, colonnare, può arrivare a circa 6 m di altezza. Comunemente chiamata “tasso prugna” perché il fogliame assomiglia a quello del tasso (Taxus) e i frutti eduli (semi carnosi) sulle piante femminili assomigliano a piccole prugne.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: tutto l'anno

albero

Preferisce un clima continentale, ma si adatta anche al clima alpino e a quello mediterraneo.

Perenne, sempreverde.

media

Originaria della Cina.

esposizione


Ama la mezz'ombra, nel caso venga coltivata in vaso si può collocare ai raggi diretti del sole nelle ore più fresche della giornata.

fioritura


Fiorisce in tutte le stagioni.

storia


Il nome della specie è derivato dal conte di Harrington, appassionato di questa pianta fin dalla sua introduzione in Europa nel 1820.

concimazione


Si consiglia di utilizzare del concime organico ben maturo, da interrare ai piedi della pianta verso la fine dell'inverno e la fine dell'estate; in sostituzione possiamo utilizzare concime granulare a lenta cessione.

segnalazioni


irrigazione


Annaffiare frequentemente, evitaando di mantenere il terreno asciutto per periodi di tempo eccessivamente prolungati, intervenendo almeno ogni 3-4 giorni, ed inumidendo il substrato in profondità. Durante i periodi più freddi dell'anno le annaffiature possono essere sospese.

malattie


Nel periodo invernale è consigliabile un trattamento preventivo con insetticida ad ampio spettro e con un fungicida sistemico, in modo da prevenire l'attacco da parte degli afidi e lo sviluppo di malattie fungine, spesso favorite dal clima fresco e umido.

particolarità


Le Taxaceae sono isolate tra le conifere per il fatto che il loro seme solitario non è associato con strutture affini alle aquame del cono. L'arillo è una escrescenza dell'asse che porta il seme. Alcuni sistematici hanno tolto le Taxaceae dalle conifere a causa della mancanza di un cono, ma l'embriologia, l'anatomia del legno, la chimica, la morfologia fogliare e pollinica collegano in modo indubbio questa famiglia alle conifere. Si pensa perciò che il seme solitario con arillo rappresenti la perdita del cono.

temperatura


E' in grado di sopportare temperature di molto inferiori allo zero, nel caso queste siano persistenti si può proteggere l'arbusto ricoprendo, con paglia e foglie secche, il terreno intorno al tronco.

substrato


Necessita di terreno pesante e ben drenato, perché deve mantenersi umido a lungo, quindi bisogna annaffiarlo frequentemente. Il substrato deve essere composto a seconda del clima; nel clima continentale la composta deve essere di 4 parti di torba, 2 parti di sabbia, 2 parti di pomice, 2 parti di corteccia e 1 parte di sostanza organica; nel clima mediterraneo 3 parti di torba, 3 parti di sabbia, 3 parti di pomice, 2 parti di corteccia e 1 parte di sostanza organica.

clima


Preferisce un clima continentale, ma si adatta anche al clima alpino e a quello mediterraneo.

durata


Perenne, sempreverde.

origine


Originaria della Cina.
Lenophyllum guttatum
Lenophyllum guttatum
litchi
Litchi chinensis
Ludisia discolor
Ludisia discolor
Chamaecyparis
Chamaecyparis lawsoniana
lithops
lithops
Lobivia
Lobivia
lisianthus
Eustoma russelianum
Levisticum
Levisticum
littonia modesta
Littonia modesta
Luma
Luma