Amaryllidaceae

Crinum asiaticum

Crinum asiaticum L.

Crinum asiaticum

Crinum asiaticum L.

Il nome deriva dal greco krìnon = giglio. Questo genere accorpa numerose specie che si trovano nelle regioni tropicali e in quelle subtropicali, introdotte in Europa già da lungo tempo, a scopo ornamentale. La pianta possiede un bulbo tunicato, dal quale si dipartono foglie lunghe e sottili e scapi fiorali, di circa 40-50 cm di altezza, che terminano con un'ombrella di pochi fiori, in genere bianchi, profumati e di notevoli dimensioni.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: estate

erbacea

Mite.

Perenne.

media

Zone tropicali e subtropicali di entrambi gli emisferi.

esposizione


Coltivare in zona luminosa e proteggere dai raggi diretti del sole.

fioritura


Il Crinum asiaticum raggiunge un'altezza di circa 90 cm, ha una fioritura estiva, di fiori bianchi, che si protrae anche per tutto l'inverno.

concimazione


Somministrare un fertilizzante liquido al momento della formazione dei fiori.

irrigazione


Essendo un genere che resiste bene alla siccità sarebbe opportuno non abusare con le annaffiature; queste saranno frequenti durante il periodo di crescita e fino alla fioritura, dopo bisogna diminuire gli interventi fino a cessare ogni apporto di acqua nel periodo di riposo vegetativo.

temperatura


Proteggere la pianta se la temperatura scende al di sotto dei 7 °C.

substrato


Predilige qualsiasi tipo di terreno purchè sia ben drenato, per evitare qualsiasi forma di marcescenza.

propagazione


Per propagare il Crinum è necessario ricorrere ai semi, facendoli germinare su terra, in primavera, a una temperatura di 18-20 °C.

clima


Mite.

durata


Perenne.

segnalazioni


origine


Zone tropicali e subtropicali di entrambi gli emisferi.
allamanda
Allamanda
begonia semperflorens
Begonia semperflorens
Clivia miniata
Clivia miniata
Strelitzia alba (Strelitzia augusta)
Strelitzia alba