Asteraceae (Dumortier)

Lattuga romana

Lactuca scariola 'sativa romana'

Lattuga romana

Lactuca scariola 'sativa romana'

Erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae o Composite. E' una pianta a cespo, caratterizzata da foglie strette e allungate, controllare che le foglie siano turgide, di un bel colore brillante, infatti più sono verdi, più contengono vitamine e sali minerali, inoltre il cuore (grumolo) deve essere sodo, croccante e ben serrato. E' una pianta da insalata ed è bene consumarla appena colta.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

fiorita: primavera

erbacea

Mite, mediterraneo.

piccola

Sono piante tipiche dell'Emisfero boreale.

esposizione


L'esposizione delle piante è subordinata al "fotoperiodismo" (limitazione delle ore di luce durante la giornata).

fioritura


Nella fase riproduttiva produce uno scapo fiorale di lunghezza variabile, ramificato, alla cui estremità sbocciano 15-20 capolini di piccoli fiori gialli, ermafroditi, con corolla tubulosa che termina con una breve linguetta.

medicina


E' ricca di vitamine A e C, di calcio e ferro, nonché di fibre che ne favoriscono la digestione. Già conosciuta dagli egizi, la coltivazione fu continuata dai romani che le attribuivano anche virtù terapeutiche: sembra ottima per alleviare l'asma, la bronchite e le tossi nervose.

storia


L'origine del nome, come già si può dedurre, deriva da latte o latice, e prende spunto dal liquido bianco che fuoriesce quando viene tagliato il gambo.

concimazione


La concimazione migliore è praticata con letame o compost ben maturo, distribuiti preferibilmente durante la preparazione del terreno.

irrigazione


Le annaffiature devono essere effettuate nelle prime ore del mattino perché, le foglie che rimangono bagnate durante la notte, sono più vulnerabili alle infezioni.

segnalazioni


particolarità


Tra i parassiti animali sono frequenti gli attacchi di afidi; sono soggette anche a virosi, come il "mosaico": in questo caso presentano pustole gialle sulle foglie; la più pericolosa è comunque la "peronospora" che manifesta macchie decolorate sulle foglie e una patina biancastra sulla pagina inferiore.

temperatura


La temperatura minima invernale non deve mai essere al di sotto dei 15 °C.

substrato


Predilige un terreno povero e arido e, essendo la lattuga avida consumatrice di potassio è utile porre, in prossimità delle stessa, una manciata di cenere di legna.

propagazione


La moltiplicazione si effettua mescolando con sabbia dei semi e spargendoli sul terreno, che successivamente viene rastrellato in superficie.

clima


Mite, mediterraneo.

origine


Sono piante tipiche dell'Emisfero boreale.