Solanaceae

alchechengi

Physalis alkekengi

alchechengi

Physalis alkekengi

Pianta erbacea con fusto che può arrivare fino a 1m di altezza, eretto, ramificato, subglabro ed angoloso. I fiori sono bianchi, piccoli, a forma di campanella e spuntano all'ascella delle foglie; sono tipici i calici arancioni di consistenza simile alla carta che avvolgono le bacche. Le foglie sono verde chiaro ed ovali, di lunghezza tra i 5 e gli 8 cm.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

cespugliosa

Temperato caldo

Perenne

grande

Europa ed Asia

esposizione


La crescita della pianta è favorita dall'esposizione non diretta ai raggi del sole; preferisce poca ombra

fioritura


Da luglio ad agosto

medicina


Le bacche hanno proprietà antiuriche, depurative, diuretiche, emollienti, rinfrescanti ed antinfiammatorie. Le foglie e il rizoma possono essere velenosi se assunti a dosi eccessive, perchè contengono solanina, stessa sostanza che si trova nelle patate, che provoca mal di testa, vomito, nausea e diarrea che compaiono entro 2-24 ore. L'unico sintomo che dura più di 24 ore è la diarrea che può manifestarsi per più giorni

storia


Il nome del genere, Physalis, deriva dal verbo greco Phusaò, gonfiare

concimazione


Utilizzare del concime liquido una volta al mese

irrigazione


Solo in periodo estivo o in caso di prolungata siccità

potatura


Eliminare le parti secche o danneggiate

malattie


L'Alchechengio può essere soggetto a funghi

particolarità


In caso di coltivazione in vaso evitare i ristagni d'acqua. Non necessitano di cure particolari. E' sufficiente recidere le parti danneggiate

temperatura


Questo tipo di pianta si adatta molto bene alle alte temperature. Non scendere sotto i 6°C

segnalazioni


rinvaso


Inizio primavera quando necessario

substrato


Secco. Non è di grossa importanza la sua composizione. L'habitat ideale è in boschi umidi o in siepi fino a 1000 m s.l.m.

propagazione


Tramite semina

clima


Temperato caldo

durata


Perenne

origine


Europa ed Asia
lingua di suocera
Schlumbergera