Lamiaceae

Cardiaca comune

Leonurus cardiaca

Cardiaca comune

Leonurus cardiaca

Pianta longeva, con rizoma fornito di steli eretti, a sezione quadrangolare, alti fino a 1,5 m, molto ramificati, lisci o brevemente pelosi; le foglie opposte, picciolate, di forma ovale, dentate da 5 a 7 segmenti aguzzi; al centro dello stelo al posto delle foglie presenta delle brattee semplici, ovali o lanceolate. E' reperibile nelle pianure aride, nei pascoli, lungo i sentieri, lungo le siepi e sopra le macerie.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

erbacea

Mite, mediterraneo.

Annua o perenne.

piccola

Originaria dell'Asia, è naturalizzata anche in Italia.

esposizione


Da coltivare in zona soleggiata e arida.

fioritura


La fioritura ha luogo da giugno ad agosto, con fiori sessili tubulari, a forma di imbuto, diviso in cinque denti, di colore rosa, che attirano le api e infiorescenza a spiga, lunga e flessuosa.

medicina


Pianta già nota e usata dagli antichi Greci per le sue proprietà benefiche sul cuore. Ha proprietà antispasmodiche, toniche, espettoranti, ipotensive, per la regolare funzionalità dell'apparato cardiovascolare, il contrasto dei disturbi del ciclo mestruale, il rilassamento e benessere mentale.

storia


Il nome del genere Leonurus deriva dal greco leon = leone e ùrà = coda, per la forma della sua spiga fiorale (a coda di leone), mentre cardiaca deriva sempre dal greco cardias = cuore riferito, alla specie.

irrigazione


Non richiede molto impegno, basta innaffiarla di tanto in tanto.

temperatura


Resiste a basse temperature vicine a 8-10 °C, su terreno asciutto.

segnalazioni


substrato


Non è molto esigente, si accontenta di terreno qualsiasi anche calcareo, richiede un buon drenaggio.

clima


Mite, mediterraneo.

durata


Annua o perenne.

origine


Originaria dell'Asia, è naturalizzata anche in Italia.