Cactaceae

Pilosocereus

Pilosocereus

Pilosocereus

Pilosocereus

Succulenta con grandi fusti colonnari che, a seconda della specie, raggiunge altezze considerevoli, presenta epidermide color verde-glauco, accentuato nelle piante adulte e con l'esposizione solare, è solcato da costolature più o meno marcate. Prende il nome dal latino e vuol dire "Cereus peloso", poiché il fusto è ricoperto da una folta peluria.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

cactacea

Mite, mediterraneo.

Perenne.

grande

Originaria del Messico e della parte settentrionale del Sud America, nelle zone con stagione secca, da novembre ad aprile, e molto umida da maggio a ottobre.

esposizione


Viene coltivata a pieno sole.

fioritura


I fiori imbutiformi, grandi e profumati, sbocciano d'estate e variano colore a seconda della specie: bianco, bianco con esterno rossastro, rosa, senza contare le sfumature dei vari ibridi.

concimazione


Dalla primavera all'autunno, somministrare un fertilizzante liquido specifico, per piante grasse, mischiato all'acqua irrigua.

irrigazione


Annaffiare, durante la stagione vegetativa, quando il terreno risulta bene asciutto e sospendere le irrigazioni d'inverno.

temperatura


La temperatura minima invernale sopportata è di 10 °C.

substrato


Il terriccio deve essere miscelato con una buona parte di sabbia grossolana, per favorire un buon drenaggio.

propagazione


La propagazione più semplice e quella di trapiantare i polloni.

clima


Mite, mediterraneo.

durata


Perenne.

origine


Originaria del Messico e della parte settentrionale del Sud America, nelle zone con stagione secca, da novembre ad aprile, e molto umida da maggio a ottobre.
Pilosocereus pachycladus
Pilosocereus pachycladus