Graminaceae

Lacrime di Giobbe

Coix lacryma-jobi

Lacrime di Giobbe

Coix lacryma-jobi

Erba annuale, di facile coltura, coltivata anche in Italia, dove si è naturalizzata in Liguria e nel palermitano. Presenta lamine fogliari lunghe da 20 a 50 cm e larghe da 1 a 5 cm, ed è l'unica specie del suo genere, a parte una specie variegata: Coix aurea zebrina, con foglie striate di giallo.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

erbacea

Mite, mediterraneo.

Annuale.

media

Originaria dell'India orientale e prodotta nelle regioni tropicali.

esposizione


Ha bisogno di una posizione molto luminosa, con luce solare diretta e con l'arrivo della primavera ricomincia a vegetare rapidamente, producendo nuovi fusti e foglie. Durante l'inverno va riparata dal vento freddo e dal gelo e va posta all'esterno quando ogni rischio è ormai passato.

fioritura


Gli steli fiorali sono alti circa 1 m, con spighette terminali e nelle ascelle superiori, sono molto decorativi e perciò vengono usati nelle composizioni, recidendoli prima della completa fioritura, perché in questo modo durano molto più a lungo.

concimazione


Almeno una volta al mese somministrare un concime specifico per piante fiorite miscelato all'acqua irrigua; oppure cospargere il terreno, nei pressi della pianta, con un concime granulare a lenta cessione ad azione di circa 3 mesi.

irrigazione


Annaffiare ogni 3 settimane circa, lasciando il substrato asciutto per 2 o 3 giorni prima di ripetere l'irrigazione. Le annaffiature devono essere eseguite bagnando in profondità evitando gli eccessi. Durante il periodo vegetativo sospendere ogni forma di irrigazione.

malattie


Allo scopo di prevenire le possibili malattie è consigliabile, all'inizio della primavera, un trattamento con insetticida ad ampio spettro per un possibile attacco di afidi e con fungicida sistemico per evitare lo sviluppo di malattie fungine, spesso favorite dal clima fresco e umido.

particolarità


I semi di questa pianta sono ovali, lunghi circa 8 mm e larghi circa 4 mm, sono forati da parte a parte longitudinalmente e di colore che va dal bianco, al grigio chiaro, al grigio scuro e al nero, e sono di consistenza lapidea.

temperatura


Teme le gelate e l'aria molto fredda.

substrato


Il terriccio deve essere leggero e nutriente per permettere una crescita vigorosa. La miscela ideale è costituita da 3 parti di torba, 3 parti di sabbia, 4 parti di terriccio e 1 parte di sostanza organica.

propagazione


La moltiplicazione avviene esclusivamente per seme, a marzo in terra leggera con i semi a una profondità di 1,5 cm, a una temperatura di 13-15 °C; le piantine saranno pronte per il trapianto in maggio. Si può seminare anche direttamente a dimora in aprile, all'aperto, ponendo i semi sempre a una profondità di 1,5 cm, e mai più profondi.

segnalazioni


clima


Mite, mediterraneo.

durata


Annuale.

origine


Originaria dell'India orientale e prodotta nelle regioni tropicali.
Fascicularia pitcairnifolia
Fascicularia pitcairnifolia
Guzmania
Guzmania
Papiro egiziano
Cyperus papyrus L. (Sinonimi: Chlorocyperus papyrus, Cyperus domesticus, Cyperus papyraceus, Cyperus syriacus e Papyrus antiquorum)
Aechmea fendleri x del mar
Aechmea fendleri
margherita
Chrysanthemum leucanthemum
ibisco da esterno
Hybiscus
Iperico
Hypericum
croco
crocus
Asclepias tuberosa
Asclepias tuberosa
laelia kautskyi
laelia kautskyi