Asteraceae

Jacobaea vulgaris

Jacobaea vulgaris

Jacobaea vulgaris

Jacobaea vulgaris

Pianta spontanea perenne, a crescita contenuta fino a 2 m, dotata di un corto rizoma e di un fusto ascendente ed eretto, le foglie basali caduche e quelle cauline, di forma lirata, persistenti. Cresce facilmente nei campi e prati umidi, negli incolti, sui muri e negli ambienti ruderali; a volte è considerata pianta infestante.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate-autunno

erbacea

Mite, mediterraneo.

Perenne o bienne.

media

Distribuita in tutta Europa, Africa e Stati Uniti, dal livello del mare fino a 1500 m.

esposizione


E' amante del pieno sole.

fioritura


L'infiorescenza si presenta da giugno a ottobre, con capolini numerosi raccolti in corimbo, di colore giallo-arancio. Produce dei frutti ad achenio di forma cilindrica, leggermente pubescente, striati e glabri.

storia


Il nome del genere deriva da S. Jacobus = S. Giacomo e vulgaris = comune. Il nome attuale Jacobaea vulgaris è stato proposto dal botanico tedesco Joseph Gaertner (1732 – 1791) ed è stato accettato nel trattato di botanica, da lui redatto, in latino "De Fructibus et Seminibus Plantarum" pubblicato nell'anno 1791.

concimazione


Non necessaria.

irrigazione


Cresce bene su terreno prevalentemente umido.

potatura


Limitata all'eliminazione di parti rinsecchite o appassite.

segnalazioni


temperatura


Resiste bene fino a qualche grado sopra lo zero.

substrato


Può essere calcareo o siliceo, con valore di PH neutro, con valori medi nutrizionali del terreno che deve essere mediamente umido.

propagazione


La propagazione si ha per impollinazione dei fiori tramite insetti come le api, le mosche, le falene e le farfalle, o dai semi che cadono a terrra e vengono poi trasportati dal vento grazie al pappo che li avvolge e successivamente dispersi da formiche o uccelli.

clima


Mite, mediterraneo.

durata


Perenne o bienne.

origine


Distribuita in tutta Europa, Africa e Stati Uniti, dal livello del mare fino a 1500 m.