X

descrizione generale

Pianta erbacea, con steli a volte eretti e a volte prostrati che radicano a contatto col terreno; alcune specie presentano foglie pelosette nella pagina inferiore; le varie specie si ibridano facilmente tra di loro, dando vita a varietà di colore dei fiori.

esposizione

E' amante di zone molto luminose ed esposte ai raggi solari.

fioritura

La fioritura inizia in primavera e, si protrae fino all'autunno inoltrato, se si eliminano i fiori appassiti in modo da stimolare la produzione di boccioli.

concimazione

Non necessaria.

irrigazione

Annaffiare regolarmente dalla primavera a fine autunno e, interrompere ogni intervento durante l'inverno.

potatura

Eliminare i fiori secchi continuamente per aumentare il periodo di fioritura.

malattie

Può essere attaccata da afidi e subire marciumi se in difetto di drenaggio.

temperatura

Teme le temperature invernali rigide, pertanto, bisogna farle svernare in luogo a temperatura mite e riparato.

rinvaso

E' consigliabile prelevare ogni anno i nuovi cespi e invasarli in nuovi contenitori.

substrato

Non ha preferenze di terreno se piantata in piena terra; se piantata in vaso, usare una composta con 2 parti di terra fibrosa, 1 parte di torba e 1 parte di sabbia di fiume; curare bene il drenaggio per evitare il marciume radicale.

propagazione

La moltiplicazione si effettua per seme in primavera e, per divisione di cespo, in autunno, inverno e primavera.

NOMENCLATURA

Gazania rigens var. linearis
Asteraceae
Margherita africana

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: tutto l'anno

erbacea

Mite, mediterraneo.

Perenne.

piccola

Originaria del Sudafrica.

CURIOSITA'

STORIA

Il nome del genere ci ricorda Teodoro di Gaza, umanista bizantino, famoso per la traduzione dell'opera di Teofrasto, dedicata alla botanica. E' nato nel 1415 circa a Salonicco e morto nel 1475 a San Giovanni a Piro (Salerno).

Tra le piante di:

ciao

Foto dagli album