X

descrizione generale

Arbusto rustico, sempreverde, da esterni, utilizzata per giardini ma principalmente siepi. Le foglie sono alterne riunite in mazzetti. I fiori possono essere singoli o riuniti in pannocchie, molto profumati, dalla fragranza di vaniglia, di colorazione variabile dal bianco al giallo o addirittura al nero. Dopo la fioritura produce dei frutti avvolti in capsule.

esposizione

Sopporta il sole diretto ed anche un'ombra moderata. Non sopporta la scarsità di luce, nei nostri climi in generale vive bene anche durante la stagione fredda. Scegliere sempre una zona ben riparata dai venti.

fioritura

Da maggio in avanti. Anche se non rappresenta la parte principale della pianta, la fioritura risulta molto piacevole per il gradevole profumo

concimazione

Non sono richiesti concimi particolari, lo stallatico maturo è un ottimo concime.

irrigazione

In vaso mantenere il terreno leggermente umido, come siepe solo se pianta giovane

potatura

E'una pianta adatta a siepi, pertanto sopporta bene la potatura anche pesante ed eseguita con tosasiepi più volte all'anno.

malattie

Possono essere soggetti ad attacchi da parte di alcune specie di parassiti

particolarità

Ha foglie coriacee, alterne con margine liscio. A seconda dell'utilizzo

temperatura

Resistono molto bene sia al caldo che al freddo, in particolare le specie più rustiche.

rinvaso

Se coltivate in vaso, in primavera, quando necessario. Scegliere sempre dei vasi poco più ampi del precedente. Quando le dimensioni del vaso saranno eccessive per effettuare un nuovo rinvaso, sostitiure parte del terriccio sarà sufficiente.

substrato

Pesante. Leggermente alcalino, ma qualsiasi terreno può andare bene

propagazione

Tramite talea semilegnosa in primavera da piantare in un substrato di sabbia e torba in parti uguali.

NOMENCLATURA

Pittosporum tobira
Pittosporaceae
Pittosporo

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

arbustiva

Temperato

Perenne

media

Asia, Cina, Australia, Nuova Zelanda

CURIOSITA'

LETTERATURA

Il nome deriva da "pitta" che significa pece e da "spòros" che significa seme, probabilmente a causa della resina di cui sono rivestiti i semi contenuti nella capsula-frutto.

Tra le piante di:

ciaociaociaociaociaociaociao

Foto Dagli Album