Polypodiaceae

platycerium

Platycerium alcicorne

platycerium

Platycerium alcicorne

Specie di felce verde, epifita, da coltivare in interni e di facile coltivazione; può vivere in esterno in presenza di clima mite. Questa pianta presenta dei fusti sottili che assumono un comportamento strisciante sule terreno, gli stoloni. Queste parti aderiscono ai supporti che in natura sono altri alberi. Le fronde, a forma di corna di cervo, portano sulla pagina inferiore le spore per la riproduzione.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce media

erbacea

Tropicale

Perenne

media

Oceania

esposizione


Richiede luce diffusa per crescere, e soprattutto non sopporta i raggi diretti del sole. Si adatta bene a stare appesa vicino ad una finestra.

fioritura


Non presenta fioritura

letteratura


l'etimologia del nome deriva dal greco "platis", grande e "keras", corno, naturalmente per la caratteristica forma delle fronde, proprio a corna d'Alce.

storia


Conosciuta come "felce a corna d'alce o di Cervo"

segnalazioni


viaggio


Questa felce è particolarmente decorativa in panieri appesi e coltivata su pezzi di corteccia riempiti con una miscela di torba e sfagno

concimazione


Utilizzare concime ternario seguendo le indicazioni del produttore

irrigazione


Mantenere il terreno solo leggermente umido in estate, evitando accuratamente ristagni d'acqua. Quando il caldo è notevole si consiglia di mantenere elevata l'umidità ambientale con nebulizzazioni di acqua priva di calcare sulle fronde. Se la pianta non è coltivata in vaso ma su un supporto di corteccia, per irrigarla è necessario immergerla in acqua e poi lasciarla scolrare bene.

potatura


Eliminare le foglie danneggiate o secche

malattie


Può essere soggetto ad attacchi del ragnetto rosso o a marciumi radicali

particolarità


Posizionare in luogo non soggetto a correnti d'aria o bruschi sbalzi di temperatura. nella stagione calda è bene spruzzare le foglie con acqua priva di calcio.

temperatura


Si consiglia di non scendere sotto i 12-14°, sopporta bene le alte temperature

rinvaso


A inizio primavera quando necessario

substrato


Leggero, con prevalenza di torba, foglie e terra, distrubuire sul fondo della sabbia per drenaggio. E' possibile utilizzare un composto già pronto per piante epifite.

propagazione


Tramite suddivisioni dei cespi o per talea: lo stolone basale produce nuove piantine che si staccano e si invasano separatamente per la riproduzione.

clima


Tropicale

durata


Perenne

origine


Oceania
anthurium schezerianum
Anthurium scherzerianum
cycas
Cycas revoluta
Beaucarnea recurvata
Beaucarnea recurvata
ficus benjamina
Ficus benjamina
nephrolepis
Nephrolepis obliterata
Hatiora gaertneri
Hatiora x graeseri ibrido di Hatiora gaertneri (Regel) W.
hypoestes
Hypoestes
pachira acquatica
Pachira
Philodendron domesticum
Philodendron hastatum
sanseveria
Sansevieria trifasciata