Portulacaceae

portulaca

Portulaca oleracea

portulaca

Portulaca oleracea

Pianta succulenta da esterni coltivabile anche in vaso, perenne o biennale. Ha fusti rossastri carnosi molto ramificati, foglie verde chiaro, cilindriche con ciuffetti bianchi

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

erbacea

Temperato

Biennale o perenne a seconda della specie

media

America del sud, Asia, Africa

esposizione


Quando coltivata in esterni si può posizionarla in sole pieno o anche leggera ombreggiatura, in vaso solo luce indiretta e abbondante

fioritura


Inizia a fiorire verso fine maggio-inizio giugno. Sull'apice dei rami sbocciano numerosi fiori a rosellina, con i petali dall'aspetto stropicciato, che si chiudono di notte

medicina


Erba acida, rinfrescante, antiscorbutica, depurativa del sangue, vermifuga, febbrifuga, diuretica, tonica

letteratura


Già nota agli antichi Egizi, questa pianta compare nella letteratura medica cinese attorno al 500

storia


Il nome generico e della famiglia, deriva dal latino "portula" = "piccola porta", in riferimento al frutto a capsula che si apre per mezzo di un coperchietto come una piccola porta; oleracea significa "verdura"

segnalazioni


viaggio


A volte viene condsiderata un'infestante delle colture erbacee o arboree, perchè sottrae molti elementi nutritivi al terreno

concimazione


Utilizzare concime per piante fiorite da aprile a settembre ogni 15-20 giorni diluito in acqua

irrigazione


In esterno solo nel periodo più caldo utilizzando acqua a temperatura ambiente, in vaso mantenere il terreno umido in estate. Evitare i ristagni

potatura


E' sufficiente eliminare le parti danneggiate ed i fiori appassiti

malattie


piuttosto resistente, talvolta viene attaccata dagli afidi

particolarità


Sopporta la siccità ma non gli eccessi idrici. Proteggere dalle gelate

temperatura


Resistono bene a tutte le temperature

rinvaso


Quando necessario in primavera

substrato


In piena terra non richiedono terreni particolari, in vaso utilizzare un mix con prevalenza di torba con terra e sabbia, ben drenato

propagazione


Tramite semina a fine febbraio inizio marzo. Possiede una particolare caratteristica che è quella di poter emettere radici avventizie che la mettono in grado, anche se tagliata, di continuare a vegetare

clima


Temperato

durata


Biennale o perenne a seconda della specie

origine


America del sud, Asia, Africa
verbena
Verbena officinalis
garofano
Dianthus
godezia
Godezia
salvia splendens
Salvia splendens
Nemesia
Nemesia
senecio
Senecio cruentus o cineraria cruenta
impatiens
Impatiens n.guinea
Aloe variegata
Aloe variegata
Aloe marlothii
aloe marlothii
rosa a fiore grande
Rosa thea