Selaginellaceae

selaginella

Selaginella

selaginella

Selaginella

Pianta sempreverde di facile manutenzione. Alcune specie hanno l'aspetto di un muschio, infatti, la pianta è soffice e compatta. Sono piante di piccole dimensioni ma di notevole crescita con fusto per lo più prostrato e in parte eretto con abbondanti ramificazioni. A livello delle ramificazioni si formano numerose radici avventizie. Il fusto è sprovvisto di nodi e internodi. Il fogliame presenta varie gamme di verde e può anche essere variegato di giallo.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce media

------ verde ------

eretta

Temperato caldo

Perenne

grande

Africa, Asia, America

esposizione


Si consiglia l'esposizione in zona con leggera ombreggiatura, mai al sole diretto. In ogni caso la collocazione all'aperto deve essere in un luogo ben riparato dalle correnti d'aria. Per gli esemplari che vivono in casa garantire una buona luminosità evitando i raggi del sole diretti che possono provocare la decolorazione del fogliame. La scarsa umidità arresta lo sviluppo della pianta.

fioritura


Non presenta fioritura ma possiede sporofilli vale a dire delle foglie che producono gli sporangi (come nelle Felci) che sono gli organi preposti alla riproduzione.

storia


Il nome scientifico di questo genere deriva dal latino Selago, che è il nome con il quale veniva indicato un tipo di Lycopodium, piante del tutto simili appartenenti alla stessa classe.

concimazione


Concimare con moderazione durante il periodo estivo con del fertilizzante per piante verdi.

irrigazione


A seconda della specie, possono esserci delle variazioni nelle esigenze idriche ma, in genere è corretto mantenere il terreno umido evitando ristagnoi d'acqua.

potatura


E' sufficiente eliminare le parti danneggiate o secche.

segnalazioni


malattie


Non si segnalano malattie o parassiti particolari, si possono presentare danneggiamenti in caso di coltivazione in luogo non appropriato o con modalità scorrette.

particolarità


Si può coltivare in composizione o in vaso, singola. Evitare il posizionamento in zona ventilata. A seconda delle specie

temperatura


A seconda della specie, si consiglia comunque di non scendere sotto i 13°.

rinvaso


In primavera quando necessario, indicativamente ogni 2 anni circa. E' opportuno utilizzare sempre un vaso solo leggermente più ampio del precedente.

substrato


Normale Si può utilizzare un mix di terra e torba con un poco di sabbia per il fondo

propagazione


La tecnica più semplice è tramite divisione dei cespi in primavera. Queste piante producono delle spore sulla superficie delle pagine inferiori delle foglie. E' possibile seminarle superficialmente in cassetta, mantenendo il terreno umido e coprendo con un cellophane.

clima


Temperato caldo

durata


Perenne

origine


Africa, Asia, America
soleirolia
Soleirolia
Ornitogallo
Ornithogalum
sedum burrito
sedum burrito
solanum pseudocapsicum
Solanum pseudocapsicum
rhipsalidopsis
Rhipsalidopsis
adenium
Adenium
senecio rowleyanus
senecio rowleyanus
fittonia
Fittonia
ficus ginseng
ficus ginseng
platycerium
Platycerium alcicorne