Simaroubaceae

ailanto

Ailanthus altissima

ailanto

Ailanthus altissima

Albero deciduo, con fusto eretto, chioma molto ramificata, corteccia di colore castano chiaro, grigia sui rami, alto fino a 25 m, con grandi foglie imparipennate (40-90 cm) composte da 9-25 segmenti lanceolati, interi o irregolarmente dentati alla base, lunghi al massimo 10 cm e coperti, sulla pagina inferiore, di grosse ghiandole. I fiori, bianco-giallastri (diametro ca. 5 mm), sono riuniti in racemi lunghi fino a 30 cm. I frutti sono alati (samare), compressi, lunghi 3-5 cm e larghi 0.5-1 cm

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

albero

Temperato

Perenne

grande

Asia e Australia settentrionale

esposizione


Prediligono gli spazi aperti e luminosi

fioritura


In estate, da giugno a luglio

arte


Il pittore naif Henri Rousseau, detto "Le douanier" (1844-1910), era solito raffigurare tra gli ailanti le sue tigri e la fauna esotica dei suoi sogni, in isole lontane.

medicina


la corteccia ha un uso nella medicina naturale e si sfrutta per creare un decotto che viene usato per debella re la forfora.

storia


Questa pianta fu importata nel 1751, facendo la sua comparsa nei giardini Inglesi. E' chiamato "albero del paradiso o del sole" oppure "albero degli dei", la sua diffusione in Europa è dovuta alla rapidità di crescita e alla bellezza del fogliame, che ne fanno una pianta ornamentale comoda per impianti rapidi e duraturi. L'ailanto si è però rivelato come una terribile pianta infestante, perchè nei nostri climi è praticamente privo di parassiti e di altri nemici naturali, ben più delle robinie che, introdotte più o meno nello stesso periodo, hanno conquistato le brughiere e i parchi di mezza Europa.

segnalazioni


concimazione


Non ha alcuna necessità di concimazione

irrigazione


L'annaffiamento non è necessario, sono sufficienti le precipitazioni

potatura


Potare i rami secchi o danneggiati

malattie


Non vengono colpiti da parassiti o da malattie

particolarità


Non presenta particolari esigenze

temperatura


Sopportano molto bene freddo, siccità, calore estivo e venti forti

substrato


Non ha esigenze per quanto riguarda il terreno, ma ha un miglior sviluppo in terreni umidi

propagazione


I semi di ailanthus hanno una buona germinabilità, e si possono seminare anche a dimora, anche se è consigliabile preparare le piccole piante in contenitore, con terreno fertile e ben drenato, ricco di sabbia; le piante sviluppano numerosi succhioni basali, che si possono asportare e far radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali. Gli ailanthus possono essere propagati anche per talea di ramo o radicale

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Asia e Australia settentrionale
Fortunella japonica
Fortunella japonica
maggiorana
Origanum majorana