Moraceae

ficus carica

Ficus carica sativa

ficus carica

Ficus carica sativa

Il Ficus domestico, ha la corteccia liscia grigio cenere, che ricopre un tronco contorto, i rami sono arricchiti da grandi foglie palmato-lobate di buone dimensioni con 3-5 lobi, i fiori sono piccolissimi e si trovano all'interno del siconio (il "frutto"), i veri frutti si chiamano acheni, sono quelli che vengono chiamati semi. Questa pianta puo' arrivare ad un'altezza pari a 10 m. I "frutti" che maturano a giugno sono i fioroni o primatticci, quelli prodotti a fine estate sono i fichi veri e propri. Il Ficus carica caprifico è la varietà spontanea, ha foglie di dimensioni ridotte e produce fichi che non vengono consumati dall'uomo.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: estate

eretta

Temperato

Perenne

grande

Europa

esposizione


Può essere esposto sia a mezz'ombra, che ai raggi solari.

fioritura


La fioritura è nella stagione estiva(giugno-agosto)

arte


Il legno, di colore bianco-giallo è tenero, e poco consistente idoneo solo per piccoli lavori; è di modestissimo valore anche come combustibile.

medicina


Usato nelle terapie naturali delle patologie gastriche, contiene infatti, enzimi digestivi. Il suo consumo alimentare ha diversi effetti positivi: energetico, mineralizzante, tonificante vitaminico. Ha azioni positive per diversi disturbi: vie respiratorie intasate o infiammate, coliti, stati febbrili e nelle infiammazioni della bocca. Ha proprietà anticancerogene, ed antibatteriche . Consumarne i frutti freschi ha un effetto lassativo, il loro uso prolungato può essere sconsigliato. I fichi secchi sono molto proteici e molto zuccherini. Nelle foglie ci sono delle sostanze chiamate Fucomarine, che hanno una azione fotosensibilizzante. Il lattice per uso esterno è un ottima soluzione per debellare porri e verruche.

segnalazioni


letteratura


Nella Bibbia si legge che ad Adamo ed Eva, dopo aver mangiato il frutto della conoscenza, che li fece rendersi conto della loro nudità, venne concesso di coprirsi con foglie di Fico. Per i Greci i frutti del fico erano sacri a Dionisio e leggi severe ne regolavano la raccolta e ne vietavano l'esporatzione. Per gli orientali il Fico riveste un significato di profonda sacralità: infatti, il principe siddharta ricevette l'illuminazione mentre nmeditava all'ombra di un antico esemplare, e da quel momento divenne il Buddha. Per i Mussulmani è simbolo di abbondanza e molti dei brani del Corano cominciano con un giuramento fatto all'ombra di un fico.

storia


L'origine della parola Carica risale hai tempi di Cicerone, quando la "Caria", una provincia orientale di Roma, era il luogo dalla quale erano stati importati gli innesti per il fico nostrano. Nei Vangeli si parla di questa pianta sottolineandone la bontà dei frutti, ma contestando le qualità del suo legno. L'Uomo al cambio della stagione, ha bisogno di una maggiore quantità di energia e deve assume piante il più vitali possibili, come il Ficus che arriva al massimo della maturazione, nel momento di questo accresciuto fabbisogno.

concimazione


Se coltivato in vaso concimare con fertilizzanti.

irrigazione


Va annaffiata in abbondanza in primavera e in estate

potatura


Consiste nell'eliminare le parti danneggiate, i rami secchi ed i polloni.

malattie


I coleotteri danneggiano i frutti, mentre le foglie possono essere soggette a ruggine e antracnosi, curabili con medicinali specifici.

particolarità


E' una pianta coltivata fin dall'antichità per i suoi frutti. Non necessita di cure particolari

temperatura


Resistente alle basse e alle alte temperature,è consigliabile coltivarlo in zone miti,in luoghi troppo freddi metterlo al riparo

rinvaso


Avviene in primavera

substrato


Composto da sabbia e torba(carbon fossile) Riesce a vegetare in ambienti ingrati, adattandosi a substrati sassosi, rupestri, aridi

propagazione


Metodo della talea in estate; in autunno invece, si possono separare i polloni e ripiantandoli in terra. In primavera-estate si ricorre agli innesti.

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Europa
Albicocco
Prunus armeniaca
Stevia rebaudiana
Stevia rebaudiana
ficus lyrata
Ficus lyrata
Frassino
Fraxinus excelsior
ficus elastica
Ficus elastica decora
ficus ginseng
ficus ginseng
ficus pumila
Ficus pumila
ficus binnendijkii
Ficus Binnendijkii
cedro del libano
Cedrus libani
ficus cyathistipula
Ficus cyathistipula