Rutaceae

Fortunella japonica

Fortunella japonica

Fortunella japonica

Fortunella japonica

Si presenta in forma cespugliosa o come piccolo albero sempreverde, di 2,5-4,5 metri, con rami fitti, e qualche volta piccole spine. Può essere sia da vaso sia da terra. Le foglie lanceolate sono di un verde chiaro, ed i fiori bianchi e profumati nascono singoli o in gruppo durante il mese di aprile. I frutti sono simili a delle arance, ma di dimensioni molto più ridotte, e vengono chiamati "Kumquat rotondi".

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

Temperato freddo

Perenne

grande

Cina

esposizione


Ai pieni raggi solari o in luoghi con molta luminosità

fioritura


In primavera presenta fiori bianchi, a volte solitari a volte raggruppati

storia


La pianta è originaria della Cina (in letteratura le prime descrizioni risalgono al dodicesimo secolo), ma è stata coltivata a lungo in Giappone. Furono introdotte in Europa nel 1846 da Robert Fortune, collezionista della London Horticultural Society. Originariamente furono classificate sotto il genere Citrus, e vennero poi spostate nel genere Fortunella nel 1915.

concimazione


In primavera la pianta, sia da vaso sia da terra, va concimata con letame ben maturo. Nella stagione estiva e quella primaverile usare concime complesso durante l'irrigazione.

irrigazione


Mantenere il terreno umido nel periodo invernale. In primavera e in estate acqua in abbondanza

segnalazioni


potatura


Non ha particolari esigenze

malattie


Possibile presenza di cocciniglie, curabile con medicinali specifici. Teme anche l'attacco di parassiti specifici degli agrumi.

particolarità


In inverno deve essere annaffiata appena quanto basta per impedire al terriccio di seccare completamente, e comunque mai prima che lo strato superficiale del terreno si sia asciugato. Nei mesi estivi necessita di essere annaffiata frequentemente

temperatura


Richiede estati calde, dai 25°C ai 38°C, ma può resistere a temperature molto basse fino ai -5°C, anche se non per tempi eccessivi

rinvaso


Preferibilmente nei mesi primaverili, cercando di mantenere integro il pane di terra.

substrato


Non ha particolari esigenze. Terreno fertile misto con torba (carbon-fossile). Quando non viene effettuato il rinvaso possiamo rinnovare lo strato superficiale del terreno.

propagazione


Non vi sono propagazioni che assicurano piante con le stesse caratteristiche dell'originaria, quindi si consiglia l'acquisto di una nuova pianta

clima


Temperato freddo

durata


Perenne

origine


Cina
fortunella margarita
Fortunella margarita
ailanto
Ailanthus altissima
maggiorana
Origanum majorana