Iridaceae

iris bulbose

Iris

iris bulbose

Iris

Le Iris bulbose hanno il bulbo invece del rizoma come organo sotterraneo. Sono dotate di un piccolo bulbo allungato, acuto, di colore bruno o giallastro; le foglie sono acuminate e strettamente canalicolate, lunghe 30-50 cm. ed hanno una breve durata. I fiori presentano 6 divisioni, di cui 3 corte, di colore variabile bianco, giallo, blu e viola; tra le specie coltivate ricordiamo l'I. xiphium = I. hispanica e l'I. xiphioides = I. angelica.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera-estate

eretta

Mite

Perenne

media

Emisfero boreale

esposizione


Deve essere sempre esposta in zone molto luminose.

fioritura


La fioritura avviene in primavera estate, prolungandosi anche in autunno in alcuni casi.

letteratura


Il nome del genere deriva dalla parola greca Iris che significa arcobaleno. Narra una leggenda che Luigi VII, scorgendo in un campo degli Iris fioriti, mentre tornava da una battaglia vittoriosa, decise di farne l'emblema del suo regno. Iris si chiamava anche la messaggera degli dei, figlia di Taumante ed Elettra. Il suo ruolo era accompagnare le anime delle donne defunte nel regno dei morti. Corrado Govoni celebrò questo fiore in una poesia come orchidea dei poveri. "I celesti giuggioli sono i fiori più belli della terra, vere orchidee dei poveri".

storia


Fu chiamato Fleur de louis per essere poi confuso con Fleur de Lis, il fiore del Giglio: nel medioevo si iniziò a considerare come fiore simbolo della monarchia francese, non l'Iris, ma il Gilio. Lo stesso errore si è commesso con l'emblema di Firenze, dove tuttavia ogni anno, viene aperto al pubblico il giardino dell'Iris. Il suo nome botanico Iris Fiorentina lo conferma il fiore simbolo della città Medicea.

concimazione


La concimazione va effettuata ma in modo moderato,in primavera utilizzare concime complesso,subito dopo la fioritura

irrigazione


L'annaffiatura dipende dalla specie,puo' essere frequente o moderata

segnalazioni


potatura


Deve essere potata solo in caso le foglie ingialliscano e la pianta stia per appassire, in quel caso liberarla delle parti danneggiate

malattie


Possibile presenza di nematodi e virus curabili con appositi medicinali

particolarità


Il fiore è il simbolo della città di Firenze Necessita di essere annaffiata frequentemente

temperatura


Prediligie un clima mite

substrato


Hanno la predilezione per terreni sabbiosi, ben lavorati e permeabili, molto ricchi di sostanza organica; da evitare terreni dove sono stati coltivati altri bulbi.

propagazione


Si effettua in autunno piantando i bulbi ad una distanza di almeno 15 cm. Durante l'inverno effettuare una pacciamatura cpon torba e paglia.

clima


Mite

durata


Perenne

origine


Emisfero boreale
iris
Iris
Giacinto
Hyacinthus orientalis
narciso
Narcissus
ipheion poeppigianum
Ipheion poeppigianum
tulipano
Tulipa
aglio
allium sativum
Calla etiopica
Zantedeschia aethiopica (L.) Spreng.
Iperico
Hypericum
Agapanthus
Agapanthus
dalia
dahlia