Cactaceae

Acanthocalycium

Acanthocalycium

Acanthocalycium

Acanthocalycium

Il fusto è globulare, depresso o appiattito all'apice, verde scuro e di circa 10 cm di diametro. Le costolature sono circa 19 sulle piante adulte, dritte e tubercolate, con areole ellittiche e feltrose, con feltro giallo-bruno, ma con l'invecchiamento divengono quasi glabre. Dalle areole nascono 6-8 spine radiali, a volte di più, disuguali, dritte o appena ricurve, grosse, coniche e rigide. Le spine centrali sono di solito 2-3, ma ve ne può essere anche una sola; la più bassa è la più lunga di tutte le altre ed è diretta verso il basso, raggiungendo anche più di 4 cm di lunghezza. Tutte sono inizialmente brune, poi bruno più chiaro e infine grigiastre. I fiori sono lunghi 3-4 cm, e il tubo ha un piccolo anello lanoso alla base, peculiare a tutto il genere; i segmenti del perianzio sono bianchi

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: primavera-estate

cactacea

Tropicale

Perenne

piccola

Argentina centrale, sulla Sierra de Cordoba, nella provincia omonima, nelle vicinanze del capoluogo

esposizione


Sono un genere eliofilo; coltivare, per cui, in pieno sole, o comunque in posizione molto luminosa, non amano assolutamente l'ombra

fioritura


Dalla fine della primavera all'inizio dell'autunno gli esemplari di almeno tre anni producono numerosi fiori di colore giallo o rosso

concimazione


Dalla primavera all'autunno ogni 15-20 giorni fornire del concime per piante grasse mescolato all'acqua delle annaffiature

irrigazione


Nel periodo freddo annaffiare raramente, con piccole quantità d'acqua; dalla primavera all'autunno annaffiare abbondantemente, attendendo, però, che il terreno si asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra

malattie


Come molte altre cactacee anche gli acanthocalycium vengono colpiti con facilità dalla cocciniglia

particolarità


Evitare sbalzi di temperatura, ed evitare i freddi intensi

temperatura


Sopportano al massimo temperature intorno ai 3° - 4° C e temono il freddo, per cui in inverno porre in luogo protetto

rinvaso


Non è necessario in quanto le dimensioni della pianta adulta rimangono ridotte

substrato


Necessita di terreno sciolto, molto ben drenato, costituito da terriccio bilanciato mescolato con sabbia e pietra pomice. Questa cactacea non necessita di molto terreno, si può coltivare in contenitori di dimensioni modeste, poichè le dimensioni massime raggiunte sono intorno ai 15-20 cm di altezza per 10-15 cm di diametro

segnalazioni


propagazione


Avviene per seme, da utilizzare fresco, in semenzaio riempito con torba e sabbia in parti uguali; mantenere il terriccio umido per garantire la germinazione dei semi, e in luogo temperato. La temperatura ottimale per la germinazione dei semi è di 18° - 27° C

clima


Tropicale

durata


Perenne

origine


Argentina centrale, sulla Sierra de Cordoba, nella provincia omonima, nelle vicinanze del capoluogo
Crassula lycopodioides
Crassula lycopodioides
acalypha hispida
Acalypha hispida
Echinocactus platyacanthus
Echinocactus platyacanthus
crassula rupestris
crassula rupestris
Carnegiea gigantea
Carnegiea gigantea (Engelm.) Britt. Et Rose
Cleistocactus strausii monstruosus
Cleistocactus strausii monstruosus
aporocactus flagelliformis
aporocactus flagelliformis
Echinocereus pentalophus
Echinocereus pentalophus
Echeveria setosa sp.
Echeveria setosa sp.
achimenes
Achimenes