Liliaceae

Asfodelo

Asphodelus

Asfodelo

Asphodelus

Pianta arbacea, eretta, alta 70-110 cm, con un robusto fusto cilindrico dato dallo scapo fiorale, privo di foglie e molto ramificato nella parte superiore. Le radici sono date da un breve rizoma dal quale si dipartono numerosi tubercoli ingrossati e più o meno affusolati. Le foglie partono tutte dalle radici e mancano sul fusto. Sono nastriformi, larghe 2-4, lunghe 40-70 cm e diminuiscono in larghezza andando verso l'apice. Sono di colore glauco, totalmente glabre e prive di ghiandole, a sezione triangolare appiattita (trigone). I fiori sono numerosi, inseriti su di una infiorescenza a pannocchia con un peduncolo di 1-1,5 cm e articolato verso la metà/terzo inferiore; sono muniti di una brattea lanceolata, rossastra e lunga quanto il peduncolo. Tepali 6, liberi, lunghi 1,5 e larghi 0,5 cm, allungati e con l'apice ottuso, carnosi, bianchi e con una stria centrale rosso-scura. Stami 6 con filamento bianco, lungo 1,5 cm e antera arancione; sono inseriti su una piccola formazione che circonda l'ovario, unico, con 1 stilo un po' più lungo degli stami e 1 stigma rigonfiato all'estremità. I frutti sono delle capsule di 5-8 x 6-10 mm formate da 3 valve che a maturità si aprono (frutto deiscente) e mettono in libertà numerosi semi neri. Ogni valva presenta 2-7 rugosità trasversali

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

Penombra

fiorita: estate

erbacea

Temperato

Perenne

media

Proviene dalle zone del bacino Mediterraneo. Europa meridionale ed Asia occidentale.

esposizione


Prediligono tutte le condizioni di luce, infatti si adattano sia all'ombra sia all'esposizione diretta della luce solare

fioritura


Marzo-maggio soprattutto a seconda dell'altitudine

arte


Per i fiori recisi conviene prelevare il ramp con almeno 2 fiori già sbocciati alla base dell'intera infiorescenza e sostituendo ogni giorno l'acqua del vaso.

medicina


Utilizzato nella medicina popolare, ma non iscritto nella Farmacopea Ufficiale. La droga è data dai tubercoli che si raccolgono in estate, quando le foglie sono secche e si mettono a seccare all'ombra, tagliati in fettine sottili. Dei tubercoli si conosce soprattutto un uso esterno per la cura di dermatosi e scottature solari (decotto con 5 gr in 100 ml di acqua e applicato con pezzuole). Se ne fa anche un uso cosmetico per schiarire le efelidi (tubercoli freschi pestati e applicati in poltiglia sulle parti interessate). L'uso interno come astringente è sconsigliato per la presenza di alcuni alcaloidi

letteratura


Asphodelus deriva dal greco "a" = non, "spodos" = cenere e "elos" = valle; cioè valle di ciò che non è stato ridotto in cenere (Pignatti). Il nome deriva dal fatto che gli asfodeli ricoprono garighe di sovente soggette ad incendi. Gli organi sotterranei degli asfodeli (bulbo-tuberi), infatti, sopravvivono al passaggio del fuoco. Gli antichi Greci rappresentavano il regno dei morti ricoperto di asfodeli. Per questo erano il simbolo dei defunti ed erano utilizzati per adornare le tombe

viaggio


Le foglie, divise in due nel senso della lunghezza, in Sardegna sono utilizzate per la costruzione di cesti

segnalazioni


concimazione


A inizio primavera con concime complesso seguendo le indicazioni del produttore

irrigazione


Solo in caso di prolungata siccità effettuare delle annaffiature evitando i ristagni idrici

potatura


Bisogna eliminare le parti danneggiate e i fiori appassiti

malattie


Nessuna malattia o parassita particolare

particolarità


Evitare ristagni d'acqua, ma in generale non necessitano di particolari cure

temperatura


Sopporta bene sia le alte sia le basse temperature

substrato


Si adatta a qualsiasi tipo di terreno

propagazione


Tramite radici o rizomi in autunno

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Proviene dalle zone del bacino Mediterraneo. Europa meridionale ed Asia occidentale.
Chenopodium
Chenopodium
brunfelsia
Brunfelsia
Billbergia pyramidalis
Billbergia pyramidalis
dizygotheca
dizygotheca
caladio
caladium bicolor
erba gattaia x faassenii
Nepeta x faassenii
Artemisia vulgaris
Artemisia vulgaris
Aphelandra squarrosa
Aphelandra squarrosa
Beaucarnea recurvata
Beaucarnea recurvata
ficus binnendijkii
Ficus Binnendijkii