Asteraceae

Achillea

Achillea millefolium

Achillea

Achillea millefolium

Pianta erbacea rustica con fusto rigido e duro e radice stolonifera. Presenta foglie alterne di colore grigio - verde, sfrangiate, a segmenti lineari, aromatiche, simili ad un pizzo, che si staccano direttamente da un fusto non ramificato, sulla sommità del quale si schiudono i piccoli capolini ligulati di un bianco opaco, talora sfumato di rosa, riuniti in ombrelle poste sulla sommità degli steli e dotati di un profumo tipicamente acre e pungente. La pianta può sfiorare il mezzo metro d'altezza.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: estate

cespugliosa

Rigido / Temperato

Perenne

media

Europa, Nord America

esposizione


Piante prettamente eliofile, ma tollerano anche una posizione a mezz'ombra

fioritura


Dalla rosetta basale iniziano a crescere le infiorescenze che si apriranno verso S. Giovanni (24 giugno) e continueranno a fiorire fino all'autunno

medicina


Erba medicinale per eccellenza è particolarmente efficace nel risolvere i disturbi femminili: una tisana di achillea (un cucchiaino d'erba in una tazza d'acqua bollente) presa quotidianamente al mattino regolarizza il ciclo mestruale e ne attenua i fastidi. Il millefoglio ha, inoltre, indiscusse proprietà depurative, stimolanti ed emostatiche: il succo fresco della pianta applicato sulle ferite agisce come disinfettante e antiemorragico, ma, visto che può causare reazioni allergiche, conviene dapprima applicarlo su una zona limitata e osservarne l'effetto. Inoltre l'achillea combatte la tendenza della pelle ad arrossarsi, le vene varicose e la dermatite atipica; per ottenere un tonico lasciare in infusione per mezz'ora fiori e foglie in mezzo litro d'acqua. Immergere nell'infuso una garza e applicarla quindi sulla pelle per un quarto d'ora. La droga che si usa sono le sommità fiorite raccolte nel periodo della piena fioritura. raccogliere foglie e sommità fiorite durante il mese di giugno e poi farle essicare al sole.

letteratura


Questa pianta è chiamata anche erba pennina, millefiori, millefoglio, sanguinella, trementina ed anche ortica del diavolo.

storia


Questa pianta deve il nome al mitico eroe Achille, che apprese le proprietà dal centauro Chirone e se ne servì per medicare un compagno ferito. Ma le proprietà cicatrizzanti su di lui non funzionarono. Un tempo i contadini avvolgevano i manici degli attrezzi di lavoro con gambi di achillea per averla sempre a portata di mano nel caso di punture di insetti o piccole ferite durante il lavoro.

segnalazioni


viaggio


I Celti la usavano nelle cerimonie magiche. Discoride la raccomandava nella cura delle ferite; i Cinesi la impiegavano anche nella cura dei morsi di cani e serpenti, oltre che impiegarla nei rituali; i Ching per predire il futuro ed, infine, i medici Ayurvedici, ancor oggi, per far abbassare la febbre

concimazione


Ogni mese e mezzo circa con concime complesso

irrigazione


Non necessita di annaffiature frequenti, ma solo in caso di siccità o piante giovani

potatura


Si eliminano i fiori appassiti

malattie


Non si registrano gravi attacchi parassitari

particolarità


Evitare i ristagni d'acqua, ma è molto semplice da coltivare, perchè non richiede particolari attenzioni. Inoltre, attraverso alcune sostanze secrete dalle sue radici, aumenta la resistenza alle malattie delle piante che le stanno attorno, per cui conviene metterla a dimora qua e là nel giardino e nell'orto. Si può preparare un infuso concentrato da usare come fertilizzante naturale per le piante

temperatura


Sopporta bene le temperature invernali

substrato


Si adatta molto bene a qualsiasi tipo di terreno, purchè sia ben drenato

propagazione


Avviene per seme

clima


Rigido / Temperato

durata


Perenne

origine


Europa, Nord America
anemone nemorosa
anemone nemorosa
Achillea filipendulina
Achillea filipendulina
Agapanthus orientalis
Agapanthus orientalis
bucaneve
Galanthus nivalis
akebia
Akebia quinata
Agerato mexicanum
ageratum houstonianum
Acacia caven (sin: Acacia karroo, Acacia orrida).
Sofora Acacia caven
Plumbago
Plumbago
Cotone
Gossypium
plumeria
Plumeria