Cornaceae

Aucuba

Aucuba

Aucuba

Aucuba

Piccoli arbusti sempreverdi a portamento eretto; gli esemplari adulti possono raggiungere i due metri di altezza, anche se spesso le dimensioni si mantengono più ridotte. La chioma è densa e tondeggiante, i rami ed il fusto sono verde brillante. Le foglie sono grandi, cuoiose, lucide, e solitamente le specie più coltivate sono quelle a foglie variegate, come A. j. variegata, con foglie verde brillante variegate di bianco, oppure A. crotonifolia, con foglie di colore verde variegato di arancione o rosso. E' una specie dioica in quanto i fiori femminili e quelli maschili sbocciano su piante diverse: per avere le bacche è necessario, quindi, coltivare insieme piante maschili e piante femminili.

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce media

fiorita: primavera

cespugliosa

Temperato

Perenne

media

Giappone

esposizione


Predilige le posizioni semi ombreggiate e teme i luoghi in pieno sole, può vivere anche all'ombra. In appartamento deve esserle garantita una buona illuminazione evitando accuratamente il sole diretto.

fioritura


All'inizio della primavera presenta fiori verde oliva riuniti in pannocchie che non sono pregievoli ma durante l'inverno lasciano il posto a bacche rosso scarlatte molto decorative.

storia


Nel 1783 il botanico John Goefer introdusse in Europa questa pianta dal Giappone, ma non si rese conto che tutti gli esemplari che portò erano femminili. Solo all'inizio del 1840 vennero introdotte anche piante maschili che produssero le bacche scarlatte

concimazione


In primavera interrare ai piedi dell'arbusto del concime organico, oppure spargere sul terreno una grossa manciata di concime granulare; evitare eccessi di concimazione che potrebbero indebolire la pianta

irrigazione


Le Aucuba sopportano senza problemi brevi periodi di siccità e temono il terreno troppo bagnato. Per ottenere una pianta con uno sviluppo rigoglioso è bene annaffiarla con regolarità, soprattutto nel periodo che va da marzo a ottobrem e specie se è coltivata in vaso. In inverno si consiglia di annaffiare sporadicamente se ci sono prolungati periodi senza precipitazioni.

potatura


E' sufficiente eliminare parti secche o danneggiate

malattie


I terreni troppo umidi e poco drenati possono favorire l'insorgenza di marciume radicale. Estati particolarmente calde o posizioni troppo soleggiate possono favorire lo sviluppo di funghi, che causano l'annerimento delle foglie apicali

particolarità


Pianta facilmente coltivabile che resiste bene anche in ambienti piuttosto inquinati e dove le altre piante trovano delle difficoltà. Non necessita di cure particolari

temperatura


Non teme il freddo, anche se è consigliabile tenerla al riparo dai freddi venti invernali, per evitare che temperature troppo basse rovinino le foglie esterne.

rinvaso


In inverno ogni 1-2 anni

segnalazioni


substrato


Preferiscono terreni profondi, ricchi di humus e molto ben drenati; porle a dimora in terreni molto bagnati può favorire l'insorgenza di malattie, mentre terreni troppo poveri possono impedire uno sviluppo rigoglioso della pianta

propagazione


In primavera e in autunno è possibile prelevare delle talee semilegnose, di circa 15-20 cm di lunghezza. Si tagliano le foglie a metà e si fanno radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali; le nuove piantine vanno coltivate in contenitore in serra fredda per almeno due anni prima di poter essere poste a dimora. In primavera è anche possibile estrarre dalle bacche i piccoli semi e seminarli in contenitore

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Giappone
Aucuba japonica
Aucuba japonica
Astilbe
Astilbe
aucube
aucuba
echinacea purpurea
Echinacea purpurea
sedum
Sedum
Avena selvatica
Avena fatua
Nemesia
Nemesia
Agastache
Agastache
Aster
Aster
bellis perennis
Bellis perennis