Berberidaceae

berberis

Berberis

berberis

Berberis

Il genere comprende circa quattrocento specie di arbusti alti da uno a tre metri con grosse radici brune all'esterno e gialle internamente; la pianta è molto ramificata con rami spinosi. Le foglie sono ellittiche, si restringono alla base in un corto picciolo, sono ottuse o arrotondate all'apice; la consistenza è quasi coriacea, la superficie è glabra e lucida, il margine dentellato. Le foglie sono alterne sui rami lunghi oppure sono riunite in fascetti su dei rametti molto corti, alla base di ognuno dei quali è presente una spina composta di tre-sette aculei molto pungenti. I fiori sono raggruppati in numero di 15-20 su racemi penduli inseriti all'ascella dei rametti; hanno sei sepali gialli tanto simili ai sei petali da far apparire il fiore come doppio. Il frutto è una bacca ellissoidale lunga 1 cm, di colore rosso e lungamente persistente sulla pianta, che contiene due-tre semi dal guscio corneo

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

pieno sole

fiorita: primavera

arbustiva

Temperato

Perenne

media

Originaria dell'America Meridionale e dell'Africa settentrionale tropicale

esposizione


Predilige un'esposizione soleggiata. Le varietà a fogliame porpora si colorano più intensamente se esposte al sole, mentre quelle a foglie verdi acquistano una tinta più scura se piantate a mezz'ombra

fioritura


A seconda delle specie avviene nei mesi primaverili ed estivi

medicina


Buon emostatico nelle emorragie uterine; è anche astringente, favorisce il deflusso della bile ed esercita un'azione febbrifuga; nelle febbri malariche potenzia l'attività del chinino. Attiva le funzioni del fegato, del condotto biliare e della milza, utile nei calcoli biliari e nelle infiammazioni delle vie urinarie; ha anche una moderata azione lassativa. Tutta la pianta contiene un alcaloide giallo, la berberina

viaggio


Dalla corteccia si ottiene un pigmento giallo usato in passato per tingere lana e pelle, il legno che è di colore giallo può essere usato per fabbricare stuzzicadenti e per lavori d'intarsio e di tornio

segnalazioni


concimazione


Concimare in primavera con concime organico

irrigazione


Le annaffiature devono essere regolari per tutto il corso dell'anno ed effettuate 2 volte alla settimana

potatura


A seconda del tipo di coltivazione e della specie. Può essere sufficiente eliminare le parti danneggiate oppure potare in caso di crescita eccessiva

malattie


E' una pianta resistente, ma che talvolta può essere attaccata dagli afidi e dal mal bianco

particolarità


E' una pianta rustica, per cui si adatta molto bene alle nostre condizioni pedo climatiche non necessitando di cure particolari

temperatura


La pianta si adatta perfettamente alle nostre condizioni climatiche, per cui non necessitano di alcun accorgimento particolare

rinvaso


Vanno trapiantate in primavera, quando necessario

substrato


Pianta rustica che cresce su ogni tipo di terreno

propagazione


Si semina all'aperto in novembre. Gli ibridi si riproducono per talee prelevate dai rami laterali in agosto o settembre e posti a radicare in un miscuglio di sabbia e terra da giardino

clima


Temperato

durata


Perenne

origine


Originaria dell'America Meridionale e dell'Africa settentrionale tropicale
abelia
Abelia
fior di loto
Nelumbo
Patata
Solanum tuberosum
begonia coccinea
Begonia coccinea
camassia
Camassia
Girasole
Helianthus annuus
Giacinto d'acqua
Eichhornia crassipes
bougainvillea
Bougainvillea
Fagiolino (Fagiolo da cornetto o mangiatutto)
Phaseolus vulgaris
pisello odoroso
Lathyrus