Solanaceae

brunfelsia

Brunfelsia

brunfelsia

Brunfelsia

Arbusti sempreverdi con fioritura molto vistosa e grandi foglie decorative, allungate e appuntite, verde scuro sulla pagina superiore, più chiare su quella inferiore. I fiori sbocciano all'ascella delle foglie superiori o riuniti in racemi o cime; presentano una corolla tubolosa con estremità appiattita e solitamente sono presenti in gran numero sulla pianta. In tarda estate vengono sostituiti da piccole bacche nerastre

Caratteristiche

i dati principali

DATI GENERICI

luce intensa

fiorita: primavera-estate

arbustiva

Temperato caldo

Annuale

media

America tropicale, soprattutto Brasile

esposizione


Queste piante amano posizioni molto luminose, ma non esposte direttamente ai raggi solari, soprattutto nei periodi più caldi dell'anno. In primavera e in estate, quindi, potremo posizionarle all'esterno, in un luogo che riceva almeno un paio d'ore di insolazione, possibilmente di primo mattino o verso sera

fioritura


Inizio della primavera

medicina


Contiene alcaloidi del tipo atropina nei tessuti vegetali. E' adoperata come sostanza stupefacente in Colombia, Equador e Brasile, ma anche, in farmacia, come sostanza con effetti parasimpatolitici, senza proprie attività intrinseche. Presenta, quindi, attività rallentante della muscolatura

storia


Il suo nome deriva da Otto Brunfels (1488-1534), erudito botanico tedesco

segnalazioni


concimazione


Nel periodo della fioritura concimare ogni tre settimane con un fertilizzante liquido

irrigazione


Durante la fioritura necessita di annaffiature regolari, evitando di lasciare asciugare completamente il terreno tra un'annaffiatura e l'altra. Nei mesi invernali si possono diminuire, lasciando, comunque, il terreno sempre umido

potatura


Cimare gli apici vegetativi delle piante giovani per ottenere un maggior numero di fiori

malattie


Gli attacchi delle cocciniglie determinano la decolorazione delle foglie; inoltre vengono spesso attaccate da afidi e da mosca bianca. Gli eccessi d'acqua causano marciume delle radici e appassimento delle foglie; in tal caso si sospendono le annaffiature e si sposta la pianta in un posto più caldo

particolarità


Evitare di posizionarla in luoghi soggetti a correnti d'aria

temperatura


Teme il freddo, quindi in inverno i vasi vanno ritirati in casa o in serra temperata, in luogo luminoso e non troppo caldo

rinvaso


Come pianta annuale non è necessario

substrato


Predilige un terreno molto fertile e molto ben drenato, a base di torba mescolata con argilla

propagazione


Da febbraio ad agosto si prelevano talee semilegnose lunghe sette-otto centimetri. Si piantano in una composta preparata mescolando in parti uguali sabbia e torba. Radicano in quattro settimane alla temperatura di 21 gradi

clima


Temperato caldo

durata


Annuale

origine


America tropicale, soprattutto Brasile
gaulteria
Gaultheria
Dichondra repens
Dichondra repens
rose rampicanti
Rose rampicanti
begonia rex
Begonia rex
Aphelandra aurantiaca
Aphelandra aurantiaca
crassula
Crassula
Albero dei rosari o Albero dei paternostri.
Melia azedarach L.
Aphelandra squarrosa
Aphelandra squarrosa
beloperone
Beloperone
Asclepias curassavica
Asclepias curassavica