250_10910.jpgosyris-alba.jpg36_11502.jpg294_10890.jpg2591_10555.jpg456_11223.jpg53_10555.jpg524_10634.jpg20140205_112455.jpg1967_11544.jpg2234_10555.jpg503_10890.jpglarice_1346421853.jpg2200_10555.jpgle_mie_piante_044.jpgagave_victoriae-reginae1.jpg1963_11065.jpg2287_11793.jpg1886_11065.jpgferocactus1.jpgp4110136.jpgp4110123.jpgp5020289.jpg1962_10555.jpg

LeMiePiante.it

La cura delle piante e dei fiori

enciclopedia delle piante
LeMiePiante.itRating: [1.7 su 5.0]

DESCRIZIONE GENERALE

Pianta fiorita da interni con caratteristici fiori ad imbuto, perenne, di facile coltivazione. Possiede grossi tuberi oblunghi, tronchi alla base, con grossa gemma terminale. Le foglie sono lucide, verde scuro, basali e possiedono piccioli grossi, lunghi, carnosi, inguainanti alla base. Le infiorescenze sono solitarie, a spadice , gialle, circondate da una grande brattea o spata bianco-crema su lunghi peduncoli carnosi, rubusti, eretti. Ci sono coltivazioni a fiore più o meno grande, anche profumato. Se coltivata in luogo umido, all'ombra, può produrre fiori da recidere e raggiungere il metro di altezza; se coltivata in vaso raggiunge i 40 - 80 cm. Si tratta di una pianta vigorosa, che esige terreno ben concimato e umido, vegeta ottimamente anche in acqua tiepida stagnante poco profonda. Viene coltivata come pianta da serra per la produzione del fiore, in vaso, in cassoni o in piena terra. Sono classificate nove specie di piante perenni, rizomatose, semirustiche conosciute normalmente come Calle. Al genere appartengono circa 140 specie di arbusti o piccoli alberi a foglie caduche.

DESCRIZIONE ESPOSIZIONE

Può essere esposta sia in pieno sole che in leggera ombra, l'importante è che sia caldo e riparato dai venti. In interni esporre in zona luminosa ma non al sole diretto. Nei climi freddi, in inverno, devono essere riparate.

DESCRIZIONE FIORITURA

Fiorisce indicativamente da marzo a settembre, con fiori maschili e femminili sparsi a caso nella parte basale dello spadice.

CURA


Indicativamente ogni 20 gg. circa, utilizzare concime complesso seguendo le indicazioni del produttorePianta che necessita di particolare umidità in estate, quindi, con l'aumento della temperatura bisogna intervenire più spesso. Annaffiare regolarmente cercando di mantenere il terreno sempre leggermente umido.E' sufficiente eliminare le foglie secche ed i fiori appassiti.Può essere soggetta a funghi di vario tipo. La Phytophthora provoca l'ingiallimento delle foglie ma colpisce anche l'apparato radicale; le piante ammalate devono essere eliminate. L'infezione da Phyllosticta si tratta con fungicidi, dopo aver eliminato gli esemplari che presentano macchie brune di varia grandezza sulle foglie, sul fusto e sulle spate. I parassiti animali che possono colpirla sono: afidi verdi, tripidi e i nematodi. Si combattono con prodotti insetticidi e nematocidi appositi.Produce un fiore che viene utilizzato anche nei mazzi da reciso, in interni non posizionare in luoghi troppo soggetti a correnti d'aria. Annaffiatura regolare nel periodo vegetativo. Quando si comprano i rizomi in autunno, non devono presentare marciumi molli; quelli più grossi, producono piante di buona dimensione con più fiori.Resiste molto bene sia al freddo che al caldo. In inverno la temperatura ideale deve aggirarsi intorno ai 7 - 10 gradi, durante il periodo vegetativo dovrebbe aggirarsi intorno ai 18 - 22 gradi.Quando necessario: indicativamente ogni 3 anni, in primavera. La Zantedeschia Aethiopica si rinvasa in ottobre.

NOMENCLATURA

Zantedeschia
Araceae
calla

DATI GENERICI

Penombra
fiorita: primavera-estate
erbacea
Temperato
Perenne
media
Sud Africa - Africa australe

CURIOSITA'

ARTE

Nel secolo scorso veniva definito "il fiore della linearità modernista" diventando il simbolo del periodo Liberty

STORIA

Venne introdotta in Europa per la prima volta nel 1731. In epoca vittoriana, la "bibbia del linguaggio muto dei fiori" di Miss Corruthers elesse la calla come simbolo di raffinatezza e di nobiltà

LETTERATURA

Il nome Zantedeschia è un tributo al fisico e botanico italiano Francesco Zantedeschi, vissuto tra il 1773 e il 1846. Infatti prima dell'800 era chiamata Richardia. Il nome comune più frequentemente usato è calla(dal greco kalos, bello)

Tra le piante di:

ciaociaociaociaociaociaociao

Foto Dagli Album