X

forma

Ad alcune piante, specialmente quelle da frutto è necessario dare la forma giusta di allevamento.

Ad ogni specie corrisponde la forma di allevamento più adatta per ottenere una corretta crescita e una produzione razionale. Ogni albero è in grado di produrre e rinnovarsi maggiormente se potato e fatto crescere nella forma più idonea. Questo lavoro tende a formare uno scheletro più robusto e distribuito in modo che i frutti vanno a crescere nelle condizioni di luce ideali, facendo anche in modo che il continuo rinnovamento della chioma non vada a intralciare i rami più produttivi.

FORME NATURALI

Sono le forme delle piante che crescono liberamente nei boschi. variano a seconda della specie e sono facilmente riconoscibili. Il Melo e l'Albicocco hanno uno sviluppo detto a globo, ovvero una chioma fitta e tonda, a differenza del Pero che cresce a piramide, cioè con le branche progressivamente  più corte mano a  mano che si sale verso l'alto. Con il passare degli anni, queste forme diminuiscono la loro compattezza e, provate dalle continue fruttificazioni, lasciano divaricare branche e rami fino a spezzarsi. Per evitare un simile inconveniente, il potatore ha cercato di costruire delle impalcature che, oltre a mantenere la pianta in armonioso sviluppo, aumentano la produttività e la qualità dei frutti. Queste struttuure prendono il nome di forme obbligate o artificiali.

 

FORME ARTIFICIALI

Queste forme di allevamento sono molteplici, ma si distinguono in:

Forme in volume, che sisviluppano in spessore, larghezza, altezza.

Forme appiattite, che si sviluppano in modo verticale od orizzontale, ma con poco spessore. un esempio tipico è la forma in parete.

 

FORME IN VOLUME

La forma a globo è tipica per gli agrumi. Si pratica una formazione sferica della chioma, comprendente rami fruttiferi anche all'interno di essa. Oltre a essere adatta per gli agrumi, che crescono già con questa tendenza, può essere applicata ad altre varietà che si coltivano nella zona meridionale dell'italia, dove per effetto del forte irraggiamento solare diventa opportuno proteggere la parte centrale della chioma lasciando appunto crescere rametti fruttiferi anche al suo interno.

La forma a vaso: molto diffusa e praticata su molte varietà. in sostanza le branche principali, che possono essere tre o di più, partono dal tronco pressochè alla medesima altezza e si aprono a corona. dalle suddette branche nasceranno i rami fruttiferi, che daranno all'albero varia consistenza, a seconda della specie. Fondamentalmente ,però, rimane riconoscibile la struttura primaria a interno cavo.

La forma a piramide: l'albero presenta un fuso centrale molto slanciato, su di esso ad altezze diverse si notano varie impalcature formate generalmente da tre o quattro branche principali. La pianta di questa forma è estremamente vigorosa.

FORME APPIATTITE

Le forme appiattite possono essere orizzontali o verticali.

Le forme orizzontali sono usate poco poco frequentemente, ma meritano comunque un accenno e di seguito ne vedremo alcuni modelli.  In queste forme tutte le parti sono ben esposte alla luce. Le forme appiattite orizzontali sono caratteristiche dell'allevamento della vite, nel caso in cui si formano veri e propri pergolati.

forme appiatitte verticali possono essere a palmetta  che è la più praticata. La sua struttura è ben accessibile ed è infatti usata per molte varietà da frutto.