X

propagazione

Esistono vari metodi per moltiplicare le piante, la scelta dipende dalla specie e dal tipo di ambiente.

La moltiplicazione pu?sere sessuata (per seme o spora); vegetativa (per talea di foglia, rametto, tubero o bulbo o rizoma, per margotta, per divisione).

La moltiplicazione per via gamica o sessuata viene attuata in genere per le piante a ciclo annuale, talvolta anche per le piante perenni.

La moltiplicazione agamica o vegetativa utilizza come mezzo di propagazione una parte della pianta che non sia il seme o la spora. Cos?acendo si riproducono piante identiche alla madre.

 

 

 

 

 

 

 

Ecco alcuni esempi:

PER SEME

Il metodo della semina ?iuttosto difficile, sono necessari esperienza e luogo adatto, inoltre, la crescita ?olto lenta. Per i neofiti ?onsigliabile iniziare con un metodo vegetativo.

In genere le semine si eseguono in primavera:

-La preparazione del letto di semina avviene ponendo sul fondo del contenitore uno strato di ghiaietta, aggiungere del terriccio mescolato alla sabbia.

-Seminare e coprire la semente con un sottile strato di terriccio passandolo con un setaccio

-Comprimere con un asse la superficie

-Annaffiare con annaffiatoi a rosa fine per evitare di scalzare il terreno.

Per germinare il seme ha bisogno di oscurit?temperatura di circa 21 C° e umidit?/p>

PER SPORE

E' la propagazione tipica delle felci

come si opera:

-in primavera tagliare una foglia di felce e rasciare sulla pagina inferiore facebndo cadere le spore su un foglio.

-mettere le spore in una cassetta con il fonndo preparato con ghiaietta e terriccio per semine.

-irirgare con moderazione e disporre al buio in ambiente  caldo.

PER TALEA

Le talee si ottengono staccando una parte di painta che, posta in opportune condizioni ambientali, ne genera una nuova.

Solitamente si usano: foglie, rami, tuberi, rizomi.

Le condizioni ideali sono:

-buona illuminazione

-temperature piuttosto elevate

-buona umidit?ell'aria

In generale le talee non devono essere troppo piccole.

Di foglia:  Per Begonia, Peperomia, Saintpaula, Sanseveria ed altre ancora. Si esegue durante la bella stagione, staccando foglie con picciolo o distendendo la foglia sul terreno

Di ramo: Si ottiene tagliano la cima di un ramo con qualche foglia o anche una porzione intermedia di ramo o fusto lunga dai 10 ai 40 cm, questa operazione si effetuta a fine aprile, maggio, al massimo del suo vigore vegetativo. Questa tecnica ?tilizzata per il Filodendro, la Monstera, il Photos, in questi casi ?ufficiente un vasetto di acqua non calcarea per ottenere l'emissione delle radici.