pacciamatura

E' una semplice operazione che consiste nell'ammassare sulla superficie del terreno, attorno alla base dei cespugli, uno strato alto una decina di centimetri di materiale organico. Questa copertura si rivela ben presto utilissima per il benessere degli arbusti ed in generale di ogni forma vegetale, in particolare nel periodo della messa a dimora. La pacciamatura, infatti, da un lato impedisce la crescita delle erbe infestanti che sottraggono elementi nutritivi alle piante; dall'altro maniene il terreno al giusto grado di umidità in estate e di calore in inverno.

Per pacciamare si può usare di tutto: erba falciata, foglei, paglia, segatura o scaglie di corteccia di pino che oltretutto sono gradevoli alla vista. Una pacciamatura con paglia può essere distribuita anche in autunno, per difendere l'apparato radicale in caso di forti gelate. la composta, non ancora matura e distesa presso i cespi in autunno, fornisce calore per l'inverno e nutrimento. Almeno per i primi anni, dopo l'impianto è importante che il terreno attorno alla pianta resti libero dalle erbe infestanti per un diametro pari alla chioma; se ciò non avviene le vigorose malerbe sottraggono acqua e nutrimento.