X

biologico

lemiepiante  glossario-11620 biologico.html<p> </p>
<p> </p>
<p> </p>
<p> </p>
<p> </p>
<p> </p>
<p>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La parola biologico è un concetto usato in senso generico.

La coltivazione biologica, detta anche naturale, organica o organicologica si è sviluppata come reazione al predominio degli interventi a base di prodotti chimici, specie nella concimazione  e nella difesa delle piante.

Non esiste soltanto un metodo biologico ma si possono segnalare diverse tendenze. Va chiarito che la parola naturale non significa coltivare un orto lasciando che la natura segua il suo corso ma cercare di introdurre un nuovo equilibrio che resti in armonia con la natura.

In natura gli esseri viventi non si dividono in buoni e cattivi, ogni pianta, ogni microbo, ogni animale ha il proprio posto e la propria funzione. Tutto ciò che vive cerca sempre di nutrirsi, moltiplicarsi e sopravvivere il più a lungo possibile. I più deboli, gli incauti, i meno preparati sono sempre i primi a doversi fare da parte o a finire divorati. In tal modo, in un continuo alternarsi di vita e morte, la natura conserva l'equilibrio tra le sue creature.

Gli ambienti naturali si conservano da soli, i danni possono essere provocati solo da catastrofi naturali e dall'uomo. E' l'uomo, in sostanza, ad affermare che un afide o una cavolaia sono nocivi. Solo ai suoi occhi e per i suoi interessi egoistici, l'attività di un ospite del suo orto o giardino può risultare nociva. Non riuscendo a raccogliere cavoli della quantità, misura e qualità che si era proposto, la sua reazione è : mi rovini tutto! Per avere piante più sane e belle l'uomo si industria  di offrirea queste piante condizioni di vita quanto più possibile favorevoli, in modo che esse crescano rigogliose, per il suo tornaconto. Ogni campo, orto, giardino è un mondo artificiale, coltivato dove il libero gioco della natura viene limitato.

L'esperienza ha dimostrato che la maggior parte dei parasisti attacca gli individui più deboli, le piante che denotano squilibri nella crescita. Per questo il bio coltivatore sceglierà, come misura preventiva , specie e varietà adatte al clima della zona  e al suo tipo di terreno. anche una giusta distanza fra le piante e una quantità sufficiente di luce, aria, acqua e fertilizzanti sono presupposti importanti per una crescita sana e vigorosa. Le consociazioni di piante possono spesso ostacolare l'insediamento dei parassiti, perchè li costringono a cercare con fatica le piante da attaccare in mezzo ad altre specie. Una preparazione correta del suolo, mediante il compost e la copertura tramite pacciamatura favorisce la salute e la resistenza delle piante. Una tecnica molto apprezzata per fertilizzare il terreno è quella del sovescio .

Gli insetticidi hanno colpito gli insetti utili e non solo i parasisti, alimentando questa spirale malsana.

Nell'orto biologico famigliare, inoltre, i frutti della terra possono anche non rispondere ai canoni estetici voluti dal mercato, in compenso sono più gustosi e sani!