Specie

I gruppi di piante che presentano le stesse caratteristiche sono denominate specie. La specie può essere definita come l'insieme di tutti gli individui simili tra di loro in tutti i caratteri principali, che si possono fecondare fra loro e riproducono individui simili ai genitori, e che non sono, al contrari, fecondabili con individui simili morfologicamente ma appartenenti ad un'altra specie. Quindi, oltre alla somiglianza, un'altro carattere importante per stabilire l'appartenenza di una pianta superiore ad una determinata specie è la capacità che essa ha di essere impollinata o di impollinare un individuo della stessa specie, dando origine, per seme, ad organismi simili ai genitori.

Le piante della stessa specie sono simili fra loro ma non assolutamente uguali. Questo fatto si nota bene se si confrontano piante della stessa specie che vivono in ambienti diversi. Le condizioni climatiche e le caratteristiche del terreno di una zona influiscono infatti notevolmente sulla vita di una pianta.

Se consideriamo due piante appartenenti ad una stessa specie, una cresciuta in un ambiente asciutto, e l'altra in una zona umida, possiamo constatare che la prima è più piccola, possiede foglie di dimensioni ridotte ed uno spesso strato di cuticola sull'epidermide fogliare. Al contrario, la seconda presenterà dimensioni maggiori, foglie più sviluppate ed uno strato di cuticola molto sottile sulla superficie della foglia. Troveremo inoltre, molte altre differenze se esaminiamo altri caratteri. Si tratta quindi di una reazione della pianta a condizioni ambientali differenti, infatti, se raccolgliamo i semi prodotti dalle due piante e li seminiamo nella stessa località, possiamo constatare che essi danno origine ad individui simili tra loro.

Ogni pianta possiede un partimonio genetico carateristico GENOTIPO questo può esprimersi in maniera diversa secondo le condizioni dell'ambiente, conferendo alla pianta un determinato aspetto FENOTIPO Per questo motivo, individui della stessa sprecie, che abbiano quindi un genotipo molto simile, possono presentare caratteristiche morfologiche e fisiologiche molto diverse, che dipendono dall'influenza dell'ambiente in cui vivono.

Dobbiamo tener presente che individui della stessa specie, cresciuti nello stesso ambiente, cioè in uguali condizioni, non sono mai del tutto identici fra loro; ogni carattere, sia morfologico sia fisilogico, presenta, infatti, una certa variabilità.

Nell'ambito di una specie, esistono, inoltre, gruppi di individui, che differiscono dalla forma tipica per qualche aspetto. Per esempio, in una specie caratterizzata da fiori rossi, possono esistere individui che hanno fiori bianchi. Queste forme diverse, che si riscontrano all'interno di una specie vegetale, vengono talora contraddistinte con il nome di varietà di sottospecie, di razze. In natura esistono specie che sono ravvicinabili fra loro, in quanto presentano un certo numero di caratteri in comune. Un gruppo di specie che presenta lali affinità, può essere riunito in un'altra categoria sistematica, di maggiore ampiezza che prende il nome di GENERE. Molto spesso è più facile il riconoscimento del genere che quello della specie, sopratutto se l'osservatore non è un esperto di botanica.