X

umidità

lemiepiante  glossario-9072 umidità.html<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<br/>
<

























L'umidità agisce sull'organismo vegetale sotto vari aspetti anatomici e funzionali. Il protoplasma delle cellule usufruisce dell'umidità ambientale ed adotta reazioni che variano, secondo la specie, per il medesimo stiimolo. Il contenuto di umidità nell'atmosfera agisce direttamente sulle membrane cellulari.

UMIDITÀ DELL'ARIA
La quantità di vapore acqueo contenuta nell'aria viene detta umidità atmosferica.
Si deve distinguere l'umidità assoluta, che è il peso in grammi del vapore acqueo contenuto in un metro cubo d'aria, dall'umidità relativa, o stato igrometrico dell'aria, che è il rapporto tra il peso del vapore acqueo contenuto in un certo volume di aria a una data temperatura ed il peso massimo del vapore che potrebbe essere contenuto nel medesimo volume di aria alla stessa temperatura.
Per le piante l'umidità relativa è molto più importante di quella assoluta, infatti, quanto è più bassa l'umidità relativa, tanto più attivi sono i fenomeni di evaporazione del terreno e di traspirazione dei vegetali. L'umidità relativa varia durante la giornata in ragione inversa alla temperatura, cioè, aumentando la temperatura l'umidità relativa diminuisce, diminuendo la temperatura, invece, si ha un aumento dell'umidità relativa. L'umidità relativa presenta quindi, nel corso della giornata delle sensibili variazioni, dipendenti appunto dalle variazioni di temperatura. L'umidità relativa varia anche secondo le stagioni e le caratteristiche della superficie terrestre.

LA QUALITÀ DELL'ACQUA
Esistono diversi tipi di acqua e non tutti sono adatti all'irrigazione. Uno degli errori che più frequentemente si commettono consiste nell'usare acqua troppo fredda che, determinando un brusco raffreddamento del terreno, riduce l'entita dell'assorbimento da parte delle radici. Quando si hanno a disposizione acqua troppo fredde, si deve riscaldarele, magari lasciandole in contenitori all'aria aperta. L'acqua piovana è molto indicata per l'irrigazione e la nebulizzazione del fogliame; è infatti praticamente priva di sali, povera di germi patogeni e non contiene sostanze nocive.