X

Letame

lemiepiante  glossario4433 letame.htmlA seconda delle specie animali da cui si ottiene e dal tipo di lettiera im

A seconda delle specie animali da cui si ottiene e dal tipo di lettiera impiegata, si possono avere svariati tipi di letame. In genere tutti questi tipi di letami trovano impiego in orticoltura e floricoltura allo scopo di migliorare la struttura dei substrati troppo compatti o di quelli troppo sciolti od eccessivamente permeabili. Di fronte a questi pregi, quando si debba operare con substrati quanto pi?ssibile privi di germi patogeni, occore tener presente che la disinfestazione del letame tramite vapore provoca alcuni inconvenienti che ne limitano gli impiego in certe coltivazioni floricole pi?igenti; infatti le alte temperature provocano la decomposizione della sostanza organica e la formazione di sostanze tossiche. E' soprattutto l'azoto ammoniacale che si acumula in quantit?ali da diventare nocivo per la pianta.

Il letame equino viene tradizionalmente considerato il migliore. Richiede almeno un paio di mesi di riposo, se fresco; pu?che essere aggiunto al cumulo del compost di foglie e detriti vegetali, per renderlo pi?triente e accelerarne la maturazione. Rispetto allo stallatico bovino, ?i?cco di fosforo e potassio.

Il letame di mucca ?l pi?ffuso e facilmente reperibile. Alcuni produttori propongono sacchi di preparato pellettato (grossi granuli che facilitano una distribuzione regolare e omogenea). ?un eccellente ammendante per il suolo: oltre al rilascio di sostanze nutritive, migliora la tessitura e consente di limitare la compattazione dei terreni argillosi. Quello fresco va lasciato riposare almeno un anno prima dell'utilizzo