X

Verbena: purezza d'animo

 

Il nome Verbena deriva dal Celtico ferfaen, da fer (scacciare via) e faen (pietra), poichè la pianta era molto usata per curare problemi della vescica, soprattutto calcoli. Un'altra origine del nome indicata da alcuni autori da Herba veneris, per le qualità afrodisiache attribuitele dagli antichi.

 I sacerdoti la usavano per sacrifici, da cui il nome Herba Sacra. Il nome Verbena era il nome classico romano per 'piante d'altare' in generale, e per questa specie in particolare. I druidi la aggiungevano alla loro acqua lustrale, e maghi e stregoni la usavano ampiamente: per questo che ad essa è associato come simbolo l'incantesimo. In generale simboleggia la purezza d'animo e d'intenti.