X

Il melograno: l'eterno ritorno

del MELOGRANO...

Questa pianta simboleggia l'eterno ritorno, molte Sante e Dee sono ritratte con questo frutto che dai latini è chiamato malum punicum, cioè, melo fenicio, perchè sembra provenisse dall'area siro-fenicia.
L'alberello del Melograno viene in realtà dall'India ma si era diffuso presto anche in Asia Minore e nel bacino del mediterraneo.
E'una pianta formidabile, che dalla primavera al principio dell'inverno dona incanti misteriosi e cangianti.

Nel segno dei gemelli sbocciano i primi magnifici fiori  come una stella a sei punte di un rosso che trascolora nell'arancio per trasformarsi in autunno in un tondo scrigno fecondo e regale contenente semi sanguigni.


Il melograno è un attributo della Grande Madre, regina del Cosmo, colei che da e toglie la vita, infatti il frutto è simbolo di Fecondità e di Morte, pensate che son strate rinvenute melagrane di argilla nelle tombe greche dell'Italia meridionale.
In epoca arcaica era associato a un essere femminile di nome Rhoio, uno dei nomi greci della pianta; da questo essere si erano poi generati vino, grano e ulivo...
Side è un altro nome del melograno, si narra di questa fanciulla, sposa di Orione, che la getto nell'Ade poichè aveva osato contendere con Era in una gara di bellezza.

In tutti i miti che coinvolgono questa pianta è simboleggiato il ciclo di morte e sacrificio per una grande rinascita.

Ho scelto questa pianta che mi sembra possa ben sposarsi con il periodo che stiamo vivendo, perchè sia di buon auspicio!